SCOPRI I NOSTRI GESTIONALI

Inclusioni e affini

 

Una delle più apprezzate caratteristiche del programma gestionale Easyfatt è la possibilità importare dati tra documenti diversi. Quest’operazione è denominata “inclusione” e l’esempio più classico nel quale s’intuisce la sua utilità è rappresentato dall’esigenza di creare una fattura contenente l’elenco di tutti i prodotti consegnati con DDT a un certo cliente nel corso del mese. L’inclusione è davvero una grande comodità perché, oltre a garantire un bel risparmio di tempo, ci evita di incorrere in banali errori di trascrizione. Un altro esempio d’inclusione è la trasformazione di un preventivo in conferma d’ordine e poi la trasformazione di questa in fattura!

Il programma prevede anche procedure automatizzate che generano in un colpo solo le fatture per tutti i clienti che hanno documenti … da fatturare! Questa funzione, accessibile dal menu Strumenti, risulta essere la più gettonata al 31 del mese ;-)
Esistono molte altre tipologie d’inclusione, però manca ancora qualcosa … la possibilità di includere i dati di una fattura in una nota d’accredito e di includere un preventivo (o un ordine cliente) in un ordine a fornitore. Non mi dilungherò in noiose disquisizioni tecniche sulle motivazioni che ora impediscono tali funzioni, però preferisco anticipare che a breve andremo a coprire anche queste necessità!
Per approfondire l’argomento sulle inclusioni consiglio di consultare la guida in linea del programma al capitolo Documenti di acquisto, di vendita e di trasporto > Inclusione di documenti.
Paolo

Responsabile sviluppo di Easyfatt. Patavino, classe ‘76. Il mio primo programma l’ho scritto sul Commodore 128 a 10 anni: [10 PRINT "MI CHIAMO PAOLO"] [20 GOTO 10]. L'anno dopo, domando alla maestra: ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress