Leadership e successo: 5 cose da imparare da Donald Trump

Leadership e successo: 5 cose da imparare guardando Donald Trump

Donald Trump analizzato per le sue doti di Leadership e per il suo successo

Nel mondo degli affari quali strategie bisogna mettere in atto per dimostrare una buona leadership?

Scopriamolo subito insieme prendendo in considerazione l’analisi dello stile di Donald Trump proposta dall’autore di 177 Mental Toughness Secrets of the World Class Steve Siebold, che con i 5 punti riportati di seguito fornisce un’interessante panoramica della mentalità del noto imprenditore e “recentemente” politico statunitense.

L’esame, che và aldilà delle considerazioni di natura politica (Donald Trump attualmente è in corsa per la Casa Bianca), analizza uno degli imprenditori e leader di maggior successo degli ultimi 40 anni. Ecco, quindi, i 5 punti chiave identificati da Siebold.

break-voice

#1 – Credere in se stessi

La prima regola per ottenere dei buoni riscontri a livello professionale è quella di credere sempre in se stessi e nei propri mezzi, evitando a priori di pensare che possa esistere anche un solo obiettivo non conseguibile: chiunque non dia piena fiducia al proprio potenziale, oltre a predisporsi alla vulnerabilità, si auto-infligge inesorabilmente il fallimento. La più classica dinamica della profezia che si auto-avvera.

Trump è senza ombra di dubbio un esempio di come la fiducia in se stessi sia una delle chiavi primare per il successo. Per meglio comprendere la personalità di questo imprenditore basti, ad esempio, pensare all’indissolvibile sicurezza ostentata quando appare sulle tribune politiche o a come per partito preso non utilizzi mai e poi mai frasi negative tipo “per me è impossibile”.

break-voice

#2 – Imparare dalle sconfitte

Partendo dal presupposto che non è possibile vincere ogni partita e che ogni singola sconfitta consente di fortificarsi, Trump incarna alla perfezione l’esempio lampante di quanto, per diventare imprenditore di successo, sia assolutamente necessario reagire ogni giorno alle insidie quotidiane, facendo tesoro delle disfatte ed imparando dagli errori del passato. Ideologia di pensiero perfettamente descritta nella sua citazione “Sometimes by losing a battle you find a new way to win the war” (A volte perdendo una battaglia si trova un nuovo modo di vincere la guerra), che Trump ha continuato a perseguire anche quando negli anni ‘90, dopo aver accumulato un debito di 9 miliardi di dollari, si è trovato ad affrontare una delle peggiori crisi finanziarie della sua carriera, uscendone vincitore.

break-voice

#3 – Non dipendere dall’approvazione degli altri

La mentalità imprenditoriale vincente è quella di colui il quale non accetta di dipendere dall’approvazione altrui. Donald Trump è senz’altro immune al giudizio del prossimo, tanto da essere probabilmente una delle figure pubbliche più controverse dell’imprenditoria e della finanza USA. Chi trascorre le proprie giornate preoccupandosi del parere degli altri ed agendo soltanto in funzione di questo, riduce ai minimi termini le probabilità di riscuotere successo, perché, nonostante il singolo sia responsabile di come agisce verso la società, affidare il proprio agire alla approvazione altrui porta facilmente a perdere di vista i propri obiettivi.

break-voice

#4 – Essere determinati a vincere

A detta dello stesso Trump, la determinazione è l’unico grande elemento capace di diversificare i vincenti dai perdenti: mentre chi è abituato a farsi sopraffare tende sempre a negoziare il prezzo della vittoria, le persone dotate di buona leadership sono disposte a pagare qualsiasi cifra ed a stringere qualunque accordo per raggiungere i loro obiettivi.

break-voice

#5 – Non evitare il conflitto

Definire “scontroso” o “battagliero” Trump è praticamente un eufemismo.

Il conflitto è sintomo di un forte interesse in essere. Con l’aumentare del valore di un business, di un prodotto o di un mercato, crescono proporzionalmente sia gli interessi, sia le possibilità di conflitti tra questi interessi: anche se, in nome della tranquillità, la maggior parte degli individui preferisce evitare il più possibile qualsiasi genere di contrasto, chi vuole diventare imprenditore di successo deve imparare a predisporsi allo scontro. Si vis pacem, para bellum («se vuoi la pace, prepara la guerra»).

Lo scontro può essere un buon maestro capace di far scoprire nuove strategie e nuove strade per i propri obiettivi.

Questi i 5 punti che, secondo Steve Siebold, identificano maggiormente le capaticità di leadership di Donald Trump: importanti elementi di riflessione per tutti colori i quali vogliano sviluppare una vincente mentalità imprenditoriale.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *