Nuovo nome di versione per Easyfatt

Circa un anno fa avevamo anticipato la volontà di modificare il nome di versione del programma di fatturazione (vedi: Easyfatt 2010?).

Lo faremo con il prossimo aggiornamento, in arrivo tra una ventina di giorni, che si chiamerà Easyfatt 2011.15 e non Easyfatt 2009 rev. 15 come molti s’aspettano.

Da questo momento, infatti, il numero di versione consentirà d’individuare l’anno di produzione dell’aggiornamento. Quindi “2011.15” sta ad indicare: 15^ revisione, realizzata nell’anno 2011. Precisiamo, per i più attenti, che al cambiare dell’anno il numero di revisione continuerà a crescere senza ripartire da zero … e ci auguriamo di tenervi compagnia con numeri a molte cifre ;-)

Gli utilizzatori della versione 2009 con assistenza attiva, ovviamente, saranno in grado di aggiornarsi come sempre, seguendo l’usuale procedura di aggiornamento.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Vanio

Fondatore e AD di Danea Soft. Nato a Padova nel 1972 e grande appassionato di tecnologia, dal 1995 mi occupo full-time della Danea Soft realizzando i primi programmi dell’azienda e dove ora seguo la ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
9 commenti su “Nuovo nome di versione per Easyfatt
  1. sono vostro cliente da qualche anno è noto con piacere che lo sviluppo è costante. Quando saremo in grado, noi utilizzatori delle funzioni e-commerce, di avere un integrazione con i software degli spedizionieri?

  2. Sfizi e Delizie scrive:

    Sto testando da alcune settimane il sistema di bollettazione creato da Maxpho. Ovviamente avere le lettere di vettura già pronte accanto all’ordine è un sogno che si realizza… ma poi, alla preparazione dei pacchi, mi ritrovo ancora con un buon 50% di ordini (telefonici, via mail o fax, vecchio sito, vecchio account ebay) da dover bollettare “a mano” con il classico copia/incolla di 8-9 campi… uno strazio! L’ideale sarebbe avere la bollettazione nel gestionale, anche perché le varie modifiche/aggiunte/sconti/cambi d’indirizzo si vanno a fare da lì e… basta la mancanza di un numero civico o l’arrotondamento di un contrassegno a far perdere un sacco di tempo! Easyfatt è usato da decine e decine di colleghi che vendono on-line, molti di noi hanno già un codice InvioSystem (SDA) e/o varie abilitazioni EasySped (Bartolini), GLS o AWS (non conosco TNT e altri). Perché non cominiciare a pensare qualcosa almeno con i due più grandi? ATTENZIONE! Parliamo di ORE e ORE di lavoro al giorno!

  3. cavalieresimone scrive:

    E’ possibile sapere in anteprima quali siano le modifiche apportate e le novità?

  4. Stefania scrive:

    Un piccolo, piccolissimo campo check da spuntare per rendere “inattivi” clienti o fornitori con i quali non abbiamo più rapporti – ed anche prodotti inseriti a magazzino (o lavorazione) che non trattiamo più è ancora un sogno … con gli anni di utilizzo le anagrafiche diventano sempre più lunghe e sarebbe una gran cosa poter avere anagrafiche “attuali”. Spero che prima o poi si possa fare. Grazie mille!

  5. prontocartucce scrive:

    Perchè non inserire in una delle prossime versioni, la possibilità di utilizzare in automatico(con una casella da abilitare in anagrafica) gli ultimi prezzi applicati al cliente.

    Saluti
    PRONTOCARTUCCE

  6. gaetano scrive:

    Salve ormai sono tre anni che adoperiamo danea il magazzino e super con foto,allegati,filtri,etc…..
    abbiamo piu di 10000 posizioni.
    é possibile nelle prossime versioni avere i diversi fornitori con prezzi di aquisti visivi sulla pagina senza dovere andare a slezionarli separatamente.

  7. hulk scrive:

    Salve, ho provato la versione demo, ci sono due cose che mi piacerebbe fossero diverse: la possibilità di inserire cifre con almeno 5 decimali (ho un piccolo laboratorio di elettronica ed uso componentistica di valore infimo) e la possibilità di avere la gestione della distinta base anche nella versione standard, senza dover necessariamente acquistare la enterprise che offre numerose funzionalità che non userei e che costa proporzionalmente di più… speriamo. Buon lavoro, V.Z.

  8. cavalieresimone scrive:

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  9. cavalieresimone scrive:

    Credo che anche la possibilità di inserire più codici a barre per articolo sia un’integrazione da non sottovalutare. Siamo un’azienda che commercializziamo toner, cartucce e cancelleria e abbiamo provato a creare nei ns codici a barre univoci ma gli articoli sono migliaia e l’elevato indice di rotazione dei prodotti (più dell’60% dei prodotti va via in pochi giorni) non ci consente di sfruttare questa funzionalità.
    Non so nelle altre realtà ma a noi capita di avere nel trimestre uno stesso prodotto dello stesso fornitore e della stessa marca anche con 5,6 codici a barre differenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *