Osservatorio sulle partite Iva: dati 2016 ottimistici

Osservatorio sulle partite Iva: uno sguardo ai dati 2016 cautamente ottimistici

Il confronto fra il 2015 e il 2016 lascia ben sperare. Vediamo qual è l’evoluzione delle partite IVA in Italia

Rispetto al 2015, nel 2016 è cresciuto il numero di partite IVA aperte in Italia: questo il risultato di una consueta analisi condotta dal Dipartimento delle Finanze, che in modo periodico fornisce una panoramica dettagliata sulla situazione presente.

Se tra agosto 2015 e agosto 2016 le nuove partite IVA sono aumentate di 9,2 punti percentuali (toccando quest’anno quota 18.097 aperture), tra settembre 2015 e settembre 2016 la flessione è stata del 6,1% (con 39.594 aperture a settembre di quest’anno).

break-voice

Natura giuridica

Dal punto di vista giuridico, ad agosto 2016 il 75,1% delle nuove partite IVA è stato aperto da persone fisiche (-6% ad agosto 2015), il 4,3% da società di persone (-12,2% ad agosto 2015) e il 19,6% da società di capitali (-23,4% ad agosto 2015).

Situazione diversa tra settembre 2015 e settembre 2016: quest’anno sono aumentate solo le società di capitali (21,6% del totale) crescendo del 2,7%, mentre le partite IVA di persone fisiche (73,1% del totale) e di società di persone (4,4%) sono calate di 8 punti percentuali.

break-voice

Distribuzione territoriale

A livello territoriale sappiamo che ad agosto di quest’anno il 42% delle aperture di partite IVA è stato a Nord, il 21,7% al Centro e il 36,1% a Sud (isole comprese). Da un confronto con il medesimo mese dell’anno scorso si nota:

  • la crescita di Sardegna (+41,6%), Calabria (+21,8%) e Valle d’Aosta (+15,6%);
  • e la regressione di Abruzzo e Trento (dove il calo registrato è di circa il 5-6%).

Per quanto concerne il confronto tra settembre 2015 e 2016, il 41,3% delle nuove partite IVA si è registrato a Nord, il 22,6% al Centro e il 35,8% al Sud (isole comprese). In questo caso spiccano i risultati raggiunti da:

  • Molise (+27,5% di avviamenti rispetto a settembre 2015), Sardegna (+11%) e Calabria (+5,1%);
  • Valle d’Aosta (-18,1%), Abruzzo (-16,5%) e Liguria (-13,3%).

break-voice

Settori produttivi

I settori produttivi in cui sono state registrate più aperture di partita IVA ad agosto 2016 riguardano il commercio (+22,2% del totale), l’agricoltura (+14,5%) e le attività professionali (+11,1%). Rispetto ad agosto 2015:

  • sono cresciuti agricoltura (+50%), sanità (+25,5%) e realtà immobiliari (+18,9%);
  • e sono calati servizi alle imprese (-8,9%), commercio (-4,5%) e istruzione (-1,3%).

Il paragone tra settembre 2015 e settembre 2016 indica invece che le nuove aperture hanno interessato soprattutto comparti come il commercio (23%), le attività professionali (12,7%) e l’agricoltura (11,6%). In merito alle prestazioni, sappiamo poi che le partite IVA:

  • sono aumentate per l’agricoltura (+17,1%), le realtà immobiliari (+6,4%) e la sanità (+3%);
  • sono diminuite per il commercio (-14,3%), i servizi informativi (-13,7%) e l’istruzione (-13,5%).

break-voice

Caratteristiche demografiche

In merito alla questione demografica, le aperture di partite IVA ad agosto 2016 hanno visto una preponderanza maschile del 61,3%. Inoltre, il 47,8% ha riguardato gli Under 35 e il 32,9% persone tra 36 e 50 anni (si registra una crescita anche da parte degli Over 65).

Da precisare poi il fatto che dei nuovi soggetti IVA:

  • il 33% ha optato in favore del regime forfettario (+11,3% rispetto ad agosto 2015);
  • e il 20,3% è di nazionalità straniera.

A settembre 2016, invece, le donne che hanno aperto la partita IVA sono state il 39,6% del totale, mentre il 47,8% ha riguardato gli Under 35 e il 33,3% persone di età compresa tra i 36 e i 50 anni (in questo caso si evidenzia un -10% rispetto a settembre 2015).

Sempre a proposito delle nuove aperture nel periodo indicato:

  • il 34,5% ha aderito al regime agevolato forfettario (-2,5% rispetto a settembre 2015);
  • e il 18,8% è di nazionalità straniera.

Questi tutti i dati aggiornati a settembre 2016 sulle partite IVA in Italia: statistiche e percentuali che, nonostante risultino sempre piuttosto oscillanti, danno una panoramica ottimistica della situazione.

Photo credit: Mount Rainier National Parkcc.


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Scopri subito Cerved Premium per Easyfatt
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *