candidati senza esperienza

Consigli per la Selezione del Personale. Come scegliere un candidato senza esperienza!

Consigli utili per trovare persone senza esperienza da formare e adatte ad essere inserite nel tuo team di lavoro

Se anche tu ti trovi spesso a selezionare persone da inserire nell’azienda per cui lavori, è probabile che ti sia già chiesto varie volte quali siano gli elementi essenziali su cui puntare per comprendere l’effettivo valore di un determinato candidato: veri e propri segnali lampanti che ti permettano di individuare al volo il profilo giusto per la tua attività.

Avevamo già parlato tempo fa di come ricercare e selezionare la persona giusta, oggi ci poniamo invece il quesito: come scegliere un candidato senza esperienza e capire se vale davvero? Domanda fondamentale alla quale cercheremo di dare delle risposte quanto più utili ed efficaci possibile, così da metterti nella condizione ideale di poter trovare collaboratori e dipendenti all’altezza delle tue aspettative.

Partendo dal presupposto che un candidato senza esperienza è più semplice da formare, per non commettere errori, devi prima di tutto analizzare con grande attenzione il suo curriculum vitae, da cui hai modo di farti un’idea chiara e precisa sul tipo di persona disponibile a farsi assumere dalla tua impresa.

Affinché un CV possa considerarsi interessante, deve presentare le seguenti caratteristiche:

Informazioni personalizzate a seconda dell’azienda

Un curriculum generico adatto a qualsiasi realtà-settore equivale al curriculum di una persona che, molto probabilmente, non ha la più pallida idea di che strada intraprendere. Per questa persona la tua offerta è al pari di qualsiasi altra. Un CV su misura realizzato apposta per la tua azienda denota interesse specifico per la tua attività e anche una certa serietà del candidato.

Contenuto complessivo in una sola pagina

Trattandosi probabilmente di un giovane (o comunque di un candidato senza-con poca esperienza), è meglio ricevere file brevi, che ti permettano di non appesantire la lettura in modo eccessivo, anche perché, se non sono presenti precedenti esperienze lavorative, non c’è poi molto da scrivere. Il candidato inesperto che ti propone pagine su pagine di CV, probabilmente riporta delle informazioni poco veritiere.

Descrizione dettagliata della formazione

Chi non ha esperienza nel mondo del lavoro, di solito possiede almeno un percorso di studi che gli consenta di dimostrare le competenze maturate nel corso degli anni. Accertati che siano presenti informazioni quali la scuola superiore, i titoli universitari, eventuali esperienze all’estero, corsi di specializzazione, ecc…accompagnate ovviamente da date precise di inizio e termine, utili a farti un’idea del percorso formativo del candidato.

Conoscenza di lingue straniere

Se alla tua attività serve personale che non si limiti a parlare solo l’italiano, controlla quali altre lingue il candidato dice di conoscere, il livello di conoscenza (scritta ed orale) e, all’occorrenza, la presenza di eventuali corsi seguiti o certificati ottenuti. Può essere utile poi, in sede di colloquio, un breve test per verificare il livello delle singole lingue.

Informazioni false

Cerca di capire in anticipo se la persona che ti ha mandato il curriculum si è descritta in modo onesto, perché, spesso e volentieri, alcuni candidati tendono ad ingigantire competenze ed abilità per fare colpo su chi seleziona il personale. Ricorda poi che la lettera di presentazione può essere un’ottima cartina tornasole per queste esagerazioni, ad esempio un candidato che si dichiara esperto di una tematica ma che non usa termini adeguati o troppo poco tecnici nella sua lettera di presentazione potrebbe non essere stato del tutto sincero sulle sue reali competenze.

Aspetti formali

Un buon CV deve possedere i dati personali (nome, cognome, data-luogo di nascita, indirizzo e recapiti), gli obiettivi, il settore in cui operare, il contributo che può essere fornito all’azienda e, più in generale, tutti quegli interessi professionali, che devono infondere motivazione ed entusiasmo. La presenza di queste informazioni è fondamentale come anche la forma. Infatti anche la chiarezza visiva e del layout scelto ci dicono molto della persona e di come vede se stesso e come si pone verso la ricerca di un lavoro.

Portfolio

Se sei alla ricerca di una persona che può farti vedere in anticipo esempi dei suoi lavori (scrittori, grafici, architetti, geometri, designer, ecc.), controlla che il candidato includa un pdf o un indirizzo internet che ti permetta di visionare qualche progetto realizzato nel tempo.

Lettera di presentazione

Questo scritto rappresenta un modo efficace per approfondire i concetti schematizzati nel CV: qui puoi capire meglio perché la persona in questione vuole davvero entrare a fare parte della tua squadra (motivazioni, obiettivi, ambizioni, ecc.).

Ora che ti abbiamo spiegato come scegliere un candidato senza esperienza, puoi finalmente cominciare anche tu ad eseguire le tue selezioni del personale con la consapevolezza necessaria a farti trovare la persona migliore da includere nel team.

photo credit: emraps via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *