Elaborazione certificazioni per detrazioni IRPEF

menu Fisco > Certificazioni detrazioni d'imposta

L'elaborazione, richiamata dal menu Fisco > Certificazioni detrazioni d'imposta, consente di ottenere: il bilancio delle detrazioni, la comunicazione da inviare ai beneficiari, il file telematico da trasmettere all'AdE.

Qui di seguito illustriamo i vari passaggi per impostare e completare l'elaborazione.

 

1. Scelta esercizi

Indicare l'anno solare (1/1 - 31/12) di elaborazione e selezionare gli esercizi da considerare. L'elenco riporta tutti gli esercizi in cui è presente almeno un conto con l'impostazione del tipo intervento soggetto a detrazioni.

 

2. Opzioni

Queste opzioni impattano sulla metodologia di elaborazione che verrà applicata agli esercizi scelti. In caso di elaborazione di un esercizio pluriennale consigliamo di mantenere inalterate le opzioni nei diversi anni solari per non rischiare di ottenere conteggi disomogenei e tra loro non confrontabili.

 

Amministratore
Soggetto firmatario della dichiarazione.

 

Per i versamenti usa data
La norma prevede che l'invio della certificazione all'AdE avvenga considerando la data di pagamento dei versamenti. Poter usare la data di competenza consente di rilasciare ai beneficiari la successiva certificazione stampata considerando anche i versamenti avvenuti successivamente al 31/12 ed entro la scadenza della dichiarazione dei redditi.

 

Modalità di attribuzione

In caso di subentro è possibile scegliere se attribuire l'intera quota da detrarre al proprietario dell'unità al 31/12 (metodo consigliato), oppure secondo le regole impostate nel piano dei conti (proporzionalmente ai giorni di godimento dell'immobile, oppure con assegnazione al soggetto residente alla data di competenza della spesa).

 

Accorpa su unico intervento esercizi con stesso tipo di detrazione

Attivando questa opzione verranno sommati su un unico intervento i versamenti e le spese registrati in differenti esercizi, purché attribuiti a Conti con la stessa tipologia di detrazione.

 

Per le anagrafiche di riferimento assegna i benefici sempre ai soggetti collegati

Quest'opzione è utile in caso di comproprietari (o co-usufruttuari, etc.) dove la contabilità è assegnata all'anagrafica di riferimento e non ai soggetti collegati. L'attivazione dell'opzione comporta pertanto l'attribuzione dei benefici ai soggetti collegati e non all'anagrafica di riferimento, indipendentemente dall'impostazione di assegnazione della contabilità.

 

Consenti detrazioni solo in presenza di versamenti rateali
Quando l'opzione è attiva (metodo consigliato), i condòmini ottengono la certificazione per portare in detrazione la quota di spesa ripartita limitatamente a quanto versato. Questo valore è la somma di:

Considera detrazione dei versamenti indipendentemente dalla ripartizione delle spese

Questa opzione è utilizzabile solo quando il totale delle spese coincide al centesimo con il totale dei versamenti.

Attenzione: si evidenzia che questa modalità non è in accordo con le indicazioni dell'AdE per la compilazione del tracciato telematico (la presenza di questa opzione serve a soddisfare le richieste di alcuni amministratori di condominio che interpretano diversamente la normativa).

 

Considera i saldi residui degli anni precedenti

Lasciando attiva questa opzione (metodo consigliato), per gli esercizi pluriennali le eventuali eccedenze dei versamenti andranno a beneficio dell'anno solare successivo.

 

3. Movimenti da elaborare

In questa scheda vengono elencati i movimenti di spesa e di versamento considerati sulla base delle scelte fatte nelle due schede precedenti.

Con l'apposita spunta è possibile escludere alcune spese dalla successiva elaborazione.

 

4. Elaborazione

L'elaborazione prevede i seguenti passaggi dal menu Fisco > Certificazioni detrazioni d'imposta > Scegliere gli esercizi > Impostare le opzioni > Riepilogo movimenti ... fino alla fase finale:

 

 

Bilancio detrazioni

Viene prodotto un bilancio di controllo per verificare come vengono ottenuti i valori delle detrazioni. Il bilancio è per "esercizio-tipo intervento" e, a seconda delle condizioni, può riportare le seguenti informazioni:

Invia la certificazione ai condòmini

Viene predisposta la lettera da inviare a ciascun beneficiario con l'indicazione delle spese sostenute, delle quote attribuite e delle rate effettivamente pagate. In ogni comunicazione sono compresi i conteggi di tutti gli esercizi considerati.

 

Esporta per Agenzia delle Entrate

Viene predisposta l'esportazione per la comunicazione telematica. Per i dettagli sulla procedura vedi: trasmissione telematica spese condominiali.