Codici a barre a contenuto variabile

 

I codici a barre utilizzati normalmente sono a contenuto fisso: questo significa che il codice letto corrisponde esclusivamente al codice di un prodotto. In alcuni casi, tuttavia, le esigenze sono più complesse. Ad esempio in campo alimentare può essere utile specificare il codice del prodotto e anche il peso dell'oggetto (che varia da oggetto ad oggetto). Oppure il codice del prodotto seguito dal prezzo che varia di volta in volta.

 

Easyfatt può gestire anche questa tipologia di codice: ciò significa che, quando si sta creando un documento di vendita, oppure un carico o uno scarico di magazzino e viene letto uno di questi bar-code, Easyfatt sarà in grado, non solo di identificare il prodotto, ma anche la quantità e/o il prezzo.

 

Importante

E' importante capire che questi bar-code non contengono solo il codice del prodotto ma un insieme di dati tra i quali anche il codice del prodotto. Pertanto nel codice del prodotto codificato nella sezione Prodotto non dovrà mai essere specificato l'intero contenuto del bar-code ma solo la parte che riguarda il codice del prodotto stesso.

 

Formato del bar-code

Nelle opzioni è possibile attivare l'uso dei codici a contenuto variabile indicandone il formato tramite l'uso di una ben precisa sequenza di caratteri:

 

Cifra (0...9): numero fisso che ci si aspetta di trovare

A: carattere del codice prodotto

P: cifra del prezzo

Q: cifra della quantità

q: cifra della quantità (decimali)

L: lotto

S: data scadenza lotto

X: carattere di controllo solitamente inserito nei bar-code (non rilevante ai fini dell'uso con Easyfatt)

 

Ogni carattere della sequenza indica l'esatta posizione nella quale ci si aspetta di trovare un carattere del codice, o del prezzo, etc. La sequenza 200AAAA, ad esempio, segnala la presenza di un codice articolo di 4 caratteri che segue i caratteri fissi "200". In questo caso, se viene letto il codice "2000035", otteniamo quindi una parte fissa costituita da "200" ed il codice articolo costituito da "0035".

 

I formati più comunemente usati iniziano sempre con la cifra 2 e sono:

 

Esempio 1 - formato 2AAAPPPP

- il primo carattere letto deve essere 2

- i successivi tre (AAA) sono il codice prodotto

- i successivi quattro (PPPP) rappresentano il prezzo, dove le ultime due cifre a destra sono cifre decimali

Quindi, leggendo con questo formato il codice 2R301234 otteniamo:

- codice prodotto R30

- prezzo 12,34 Euro

 

Esempio 2  - formato 200AAAAQQQqqX

- i primi tre caratteri letti devono essere 200

- i successivi quattro (AAAA) sono il codice prodotto

- i successivi cinque (QQQqq) rappresentano la quantità, gli ultimi due sono decimali

- l'ultimo carattere X è un carattere di controllo

Quindi, leggendo con questo formato il codice 200014000216F otteniamo:

- codice prodotto 0140

- quantità 2,16

 

Esempio 3 - formato 2AAAAQQQPPPPPX

- il primo carattere letto deve essere 2

- i successivi quattro (AAAA) sono il codice prodotto

- i successivi tre (QQQ) rappresentano la quantità

- i successivi cinque (PPPPP) sono il prezzo unitario

- l'ultimo carattere X è un carattere di controllo

Quindi, leggendo con questo formato il codice 2CIOP18001520F otteniamo:

- codice prodotto CIOP

- quantità 180

- prezzo unitario 15,20 euro