Operazioni di inizio anno

 

Molti software gestionali prevedono una serie di operazioni da fare alla fine o all'inizio dell'anno, normalmente denominate "chiusura esercizio". In alcuni casi viene chiesto di creare un nuovo archivio dati per il nuovo anno. Easyfatt, invece, non necessita di alcuna operazione particolare: si continua nell'uso del solito archivio come si è sempre fatto e senza alcun problema. Al fine di mantenere una efficiente gestione dell'azienda, sconsigliamo totalmente di suddividere i dati in singoli archivi annuali.

 

Guarda il video sulle operazioni di fine anno

 

Di seguito una serie di risposte ai dubbi più frequenti di inizio anno.

 

Come faccio a far ripartire la numerazione dei documenti?

Senza dover far nulla, ad inizio anno tutti i tipi documenti con la numerazione automatica ripartono nuovamente da 1. Se i numeri delle tue fatture prevedono un sezionale di numerazione legato all'anno (es.: "/2015"), al primo documento creato nel nuovo anno si dovrà impostare la nuova numerazione.

 

Inventario

Per fare l'inventario di fine anno è sufficiente accedere alla sezione Movimenti > Inventario, selezionare la data di fine anno e determinare un criterio di valorizzazione del magazzino: l'inventario sarà istantaneo!

Per rettificare la corrispondenza tra le reali giacenze di magazzino e quanto indicato in Easyfatt, basta usare la funzione di rettifica magazzino.

 

Non voglio più vedere i documenti dell'anno precedente, come faccio a cancellarli?

Non è necessario cancellarli, basta "nasconderli" agendo sul filtro presente nella banda destra della sezione documenti (selezionare: Periodo > Anno corrente).

 

Anche se non è necessario, come faccio a creare un archivio separato per il nuovo anno?

Non farlo, poi te ne pentirai! Ma se proprio vuoi perseverare in questo insano desiderio puoi usare la funzione per generare un archivio pulito partendo da quello attuale. Questa funzione è "intelligente" in quanto crea un nuovo archivio eliminando i vecchi documenti (i quali rimarranno per consultazione nel precedente archivio) e conservando tuttavia quelli che potrebbero servire ancora, ad esempio conferme d'ordine in attesa di esecuzione. Lavorare su un nuovo archivio comporta qualche disagio (ad esempio quando serve accedere a vecchi documenti), pertanto si sconsiglia di effettuare l'operazione esattamente al cambio dell'anno ma di attendere almeno 3-4 mesi.