Fatturazione: cos'è la fattura, come si compila, chi la emette

La guida di Danea al mondo delle fatture

Fatture: cos'è una fattura, come compilarla
e chi la emette

 

La fattura è il documento fiscale obbligatorio che viene redatto dal venditore, titolare di Partita Iva, per comprovare l’avvenuta cessione di beni o prestazione di servizi e il diritto a riscuoterne il prezzo. Scopri le caratteristiche essenziali di una fattura.

Chi deve emettere la fattura?

Tutti i titolari di Partita Iva devono emettere fattura quando vendono un bene o prestano un servizio, a seconda dell'attività svolta. Ci sono tuttavia alcune esenzioni: se non è espressamente richiesto dal cliente al momento di effettuazione dell’operazione, il venditore è esonerato dall’obbligo di emettere la fattura nei seguenti casi:

  • commercianti al dettaglio
  • agricoltori per beni di propria produzione
  • prestazioni alberghiere
  • somministrazione al pubblico di alimenti e bevande
  • autotrasporti di persone
  • transito sulle autostrade
  • coloro che prestano servizi in forma ambulante o nell'abitazione dei clienti.

Questi operatori hanno però l'obbligo di rilasciare al cliente altri documenti che servono al controllo fiscale, quali la ricevuta fiscale e lo scontrino fiscale.

Contenuto della fattura

La fattura deve essere emessa in due esemplari: l'originale, che va consegnato o spedito al cliente, e la copia che deve essere conservata dall'emittente (per un periodo non inferiore a 10 anni). La fattura deve contenere i seguenti elementi:

  1. la data di emissione e il numero progressivo attribuito (che ad ogni inizio anno deve ripartire da uno)
  2. i dati identificativi dell'emittente, che sono:
    • il nominativo o la ragione sociale, nel caso di società
    • l'indirizzo;
    • il numero di partita IVA, il codice fiscale e l'iscrizione al Registro delle imprese
  3. i dati identificativi del compratore, che sono:
    • il nominativo o la ragione sociale, nel caso di società
    • l'indirizzo
  4. il tipo di pagamento
  5. gli estremi dei documenti di trasporto, cioè data e numero progressivo dei DDT, se si tratta di fattura differita
  6. la natura, qualità e quantità dei beni ceduti
  7. il prezzo unitario dei beni e il prezzo complessivo (ottenuto moltiplicando quantità per prezzo unitario)
  8. gli eventuali sconti
  9. l'aliquota e l'ammontare dell'IVA
  10. il totale fattura, che costituisce l'importo totale a debito del compratore.

Guida Danea alla Fatturazione:

  Vai alla pagina principale