Biglietto da visita perfetto

Dimensioni, font, materiali: come creare un Biglietto da Visita vincente!

Consigli utili per non dimenticare nulla e realizzare una business card di successo

Gestisci un’attività commerciale e cerchi soluzioni efficaci per migliorarne la reputazione? Vuoi trovare degli strumenti che ti permettano di trasmettere un’immagine quanto più professionale possibile? Chi ben comincia è a metà dell’opera, ma per partire col piede giusto devi concentrarti sulle basi. Per esempio? Il biglietto da visita!

Un semplice promemoria dove sono racchiuse le informazioni essenziali di ogni profilo che si rispetti. Imprenditori, dipendenti, liberi professionisti, freelance e startupper: tutti pronti a dispensare all’impazzata la propria business card per reperire contatti, pubblicizzarsi e farsi conoscere.

Ma la domanda è semplice: come si fa un biglietto da visita vincente? Ecco alcuni punti da prendere in considerazione per non commettere errori in fase realizzativa!

Dimensioni e Formato

Forma e dimensioni sono spesso variabili a seconda del settore lavorativo nel quale si opera. Un creativo (scrittore, pittore, musicista, ecc.) può permettersi di essere stravagante, ma la maggior parte delle altre figure professionali, di solito, preferisce il classico formato rettangolare da 8,5 cm x 5,5 cm: la misura standard delle carte di credito, che entra in tutti i portafogli e può essere conservata senza doverla piegare-rovinare.

Materiale

Anche se moltissimi biglietti da visita sono realizzati in cartoncino da 350 gr./mq, oggi si sta via via diffondendo la variante plastificata in PVC da 300 micron, che garantisce di sicuro una maggiore resistenza nel tempo. Chiaramente, se scegli la prima versione, accertati che si tratti di un cartoncino abbastanza spesso da non sgualcirsi nel portafoglio.

Design, Font e Marchi

L’aspetto grafico del biglietto da visita va coordinato con il design del sito, del logo e dell’immagine che l’azienda vuole trasmettere. Per quanto riguarda i colori, devono essere sempre gli stessi (per esempio, se il tuo portale web tende al rosso e al grigio, dovranno essere di queste tonalità anche brochures, logo, biglietto, ecc.), mentre, per quanto riguarda le scritte, prediligi caratteri leggibili, ma che sappiano al contempo trasmettere professionalità (i più utilizzati sono Times, Georgia, Verdana, ecc.).

Informazioni

Avendo a disposizione uno spazio piuttosto ridotto per descrivere tutte le specifiche dell’azienda e della persona di riferimento, è necessario selezionare con attenzione i dati da inserire nel biglietto, escludendo a priori tutto ciò che risulta superfluo. Qui devi indicare con esattezza soltanto chi sei, cosa fai e per chi, quindi puoi limitarti a fornire:

  • Nome e cognome (con questo ordine, mai al contrario)

  • Occupazione e ruolo (mansione svolta)

  • Indirizzo e-mail (quello di lavoro, non quello personale)

  • Riferimenti aziendali (ragione sociale)

  • Numero di telefono-cellulare-FAX (per essere reperibile in ogni momento)

  • Indirizzo dell’attività (via, città, provincia, CAP, ecc.)

  • Logo (molto visibile e collocato in posizione efficace)

  • Sito web (per farti trovare online)

  • Eventuale slogan (non sempre presente, da aggiungere solo se breve)

Ora che ti abbiamo spiegato come realizzare un biglietto da visita vincente, puoi apportare alla tua vecchia business card tutte le modifiche che vuoi per trasformarla in uno strumento da sfoggiare con orgoglio e, soprattutto, da distribuire con la certezza di fare colpo.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *