bugie web marketing 02 social

Le 10 Bugie dei Consulenti Web-Marketing su Google e Facebook – Parte 2/2

La seconda parte delle 10 bugie sul web marketing, seo e social media marketing per smascherare ed evitare i consulenti ciarlatani!

Leggi prima: Le 10 Bugie dei Consulenti Web-Marketing da evitare – Parte 1/2

  1. Sui social l’importante è esserci
    Sbagliatissimo, non basta essere presenti, conta come sei presente, contano le relazioni che riesci a costruire, come interagisci con le persone ed è fondamentale avere un piano che ti consenta di stabilire degli obbiettivi a breve e lungo termine e perseguirli.

  2. Per stare sui social basta un giovane con un profilo facebook
    Questa è la teoria che i professionisti del web amano etichettare come: “La Teoria del Nipote che lo fa in 5 minuti”. Se avessi una squadra di corse automobilistiche prenderesti come capo meccanico un ragazzino di 17 anni che sa cambiare la marmitta del suo scooter? Ecco perchè per fare un sito non basta sapere più o meno come si fa, per condurre una campagna pubblicitaria non basta aver visto tutti gli spot Barilla e per seguire professionalmente dei canali di comunicazione di una azienda non basta essere su Facebook e saper postare foto di gattini. Sapere “come funzionano i social network” lato utente non è assolutamente abbastanza, è necessaria preparazione e conoscenza del mezzo oltre a molte altre doti non secondarie, come quelle di pianificazione dei contenuti e monitoraggio dei parametri statistici. Ricorda, non si tratta di sapere cosa sia facebook o twitter o un altro qualsivoglia canale, ma di costruire, implementare e ottimizzare una strategia che ti aiuti a raggiungere degli obbiettivi.

  3. Se sei sui social non serve un sito web
    I social non possono e non devono sostituire il tuo sito web. TUO in maiuscolo, proprio perché il sito web della tua attività è un po’ la casa della tua azienda nel mondo digitale. Il sito è un luogo di tua proprietà, a differenza di un account su Facebook o su Twitter che sono piattaforme non da te controllabili e che assomigliano più a piazze virtuali che ad un negozio o ad un ufficio. I social sono degli ambienti che aiutano ad entrare in contatto e ad interessare le persone verso il tuo prodotto o servizio. Il tuo sito è poi quel luogo dove potrai dare una descrizione più approfondita e specifica dei prodotti e servizi che offri.

  4. Il social media marketing è facebook
    Niente di più sbagliato. Certo, Facebook è la piattaforma social più conosciuta ed usata al mondo con oltre 1miliardo di utenti mondiali registrati e oltre un terzo della popolazione italiana iscritta, ma non è l’unico canale.
    Mettiamo caso che la tua impresa sia un’azienda di consulenza commerciale per la grande distribuzione. Probabilmente se volessi investire sui social il posto migliore sarebbe probabilmente LinkedIn (nel caso tu non lo conosca, LinkedIn è un servizio web di rete sociale impiegato principalmente per lo sviluppo di contatti professionali).

  5. Il social media marketing è gratis o costa poco
    L’iscrizione ai vari social è gratuita, ma questo non ha niente a che vedere con la gestione professionale della tua immagine aziendale verso i tuoi clienti potenziali o acquisiti. Lo sviluppo di un serio piano di social media marketing e tutta l’analisi e il monitoraggio che comporta implica competenze, tempo e denaro da investire sia sulle persone che se ne occupano, che nelle varie attività di produzione e promozione dei contenuti. La domanda da porti è: anche se gratis o a costo bassissimo lascerti parlare una persona qualunque in tua vece con i tuoi clienti o potenziali tali?

photo credit: kewl via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Alvise

Classe 83. Trevigiano di nascita ma Internettiano d’adozione. Non ho ricordi di casa mia senza un computer. La prima volta che ho messo piede sul web avevo 12 anni, Google ancora non esisteva e ci volevano ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
2 commenti su “Le 10 Bugie dei Consulenti Web-Marketing su Google e Facebook – Parte 2/2
  1. Madia Domenico scrive:

    Veramente un ottimo articolo, grazie degli ottimi consigli che date.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *