Come fare pubblicità alla propria attività: 7 lezioni dai grandi

Come fare pubblicità alla propria attività: 7 lezioni dai grandi brand che hanno fatto la storia

Fare pubblicità e pubblicizzare la propria azienda imparando da big come Nike, Volkswagen, Absolut e molti altri ancora

Come fare pubblicità?

Purtroppo quando ci si trova davanti alla necessità di pubblicizzare la propria azienda potremmo trovarci davanti al più totale smarrimento. Il lavoro di creativi e uomini di marketing nasce da anni di studio di materie che potrebbero essere ben lontane dalla nostra sfera di competenze.

Nella maggior parte dei casi ci si affida a specialisti, ma può capitare di doversi arrangiare. Ecco allora 7 grandi esempi dal successo internazionale da cui imparare.

Nike: Just Do It

#1 – Nike: Just Do It

La forza del tifoso che ti sprona ed è sempre con te

Anche se, fino alla fine degli anni Ottanta, i prodotti Nike vengono quasi esclusivamente acquistati dai maratoneti professionisti, con il diffondersi della mania per il fitness e con l’obiettivo primario di superare Reebook nella vendita di scarpe, l’azienda statunitense decide ad un certo punto di scommettere il tutto per tutto sulla nuova campagna Just Do It (in italiano Fallo!) che, nel giro di circa un decennio, le permette di portare il proprio fatturato da 800 milioni di dollari a 9,2 miliardi di dollari.

Vuoi correre per 5 chilometri? Fallo! Vuoi salire 4 rampe di scale? Fallo! Vuoi saltare ad un metro da terra? Fallo! Con 3 semplicissime parole poste nel giusto ordine Nike riesce ad attirare come una calamita tutti quei consumatori che aspettavano solo di essere stimolati per spingersi oltre i propri limiti: che si tratti di incoraggiare il pubblico a fare qualcosa o di convincerlo ad acquistare un determinato prodotto-servizio, quando decidi di fare pubblicità, accertati del fatto che la tua proposta trasmetta fiducia, gratificazione e, soprattutto, necessità.

La bottiglia di Absolut Vodka

#2 – La bottiglia di Absolut Vodka

Un format unico che puoi riempire con ciò che vuoi

Prima che Absolut decida di pubblicizzare la propria azienda puntando sul simbolo della bottiglia, occupa un misero 2,5% del mercato della vodka ma, dopo una campagna durata ben 25 anni e suddivisa in oltre 1500 diversi annunci, riesce addirittura ad acquisire il 50% del mercato statunitense.

Anche se Absolut pubblicizza per un quarto di secolo un banalissimo contenitore per alcolici, racconta la storia del proprio prodotto suscitando costantemente l’interesse del pubblico: non importa quanto noioso sia l’articolo proposto, ciò che conta è che venga sempre promosso in modo persuasivo, innovativo, stimolante ed originale.

Volkswagen: Think Small

#3 – Volkswagen: Think Small

Essere fieri di ciò che si è e usarlo come punto di forza

La campagna Think Small realizzata per Volkswagen nel 1960 dalla nota agenzia statunitense DDB (Doyle Dane Bernbach) ha l’obiettivo primario di fare apprezzare anche ad un popolo americano, abituato ai veicoli grandi, le macchine di dimensioni inferiori.

Pensi che io sia piccolo? Infatti lo sono! Questo il senso provocatorio di uno spot pubblicitario che, pur andando in controtendenza rispetto alle aspettative dei consumatori locali, viene comunque apprezzato dagli stessi per la sincerità trasmessa: prima di voler comprendere come farsi pubblicità, è importante ricordarsi di essere sempre onesti nei confronti del pubblico, anche se quanto proposto potrebbe non piacere.

Marlboro: Marlboro Man

#4 – Marlboro: Marlboro Man

Vendere uno stile di vita e un immaginario, non un prodotto

Gli annunci Marlboro Man trasmessi per la prima volta dalla nota azienda di sigarette a partire dal 1955, testimoniano alla perfezione il potere di un marchio incentrato su fattori cardine quali la forza, la mascolinità e la virilità.

Vuoi essere libero? Vuoi essere coraggioso? Vuoi essere indipendente? Il successo della campagna Marlboro dipende prima di tutto dal fatto di aver convinto la popolazione maschile che per diventare uomini veri bastasse fumare le sigarette giuste: quando si cerca di capire come fare pubblicità, bisogna quindi fare tutto il possibile per indurre i consumatori a pensare che il prodotto offerto porti ad un miglioramento della propria vita o della propria immagine.

California Milk Processor Board: Got Milk?

#5 – California Milk Processor Board: Got Milk?

Non sempre lo scopo è quello di avere nuovi clienti

Con la campagna Got Milk? realizzata nel 1993 dalla nota agenzia americana Goodby Silverstein & Partners per la California Milk Processor Board, le vendite di latte dell’intero Stato californiano crescono del 7% in un solo anno.

In questo caso specifico l’obiettivo dell’azienda non è tanto quello di fare pubblicità per acquisire nuovi clienti, ma piuttosto per valorizzare ulteriormente il latte ribadendo a chi già lo beve quanto importante sia il suo ruolo nell’alimentazione quotidiana.

Dove: La bellezza autentica

#6 – Dove: La bellezza autentica

Differenziarsi e abbracciare i propri consumatori

La campagna Real Beauty (La bellezza autentica in italiano) realizzata da Dove nel 2004 trova il suo massimo punto di forza nello slogan Immagina un mondo in cui la bellezza sia fonte di fiducia in se stessi, e non di ansia: una frase tanto semplice e spontanea quanto efficace, che riesce perfettamente a stimolare la sensibilità delle consumatrici di tutto il mondo.

Anche se, stando ad un recente studio, solo il 4% della popolazione femminile si piace davvero, gli spot di Dove che descrivono la bellezza come un qualcosa a portata di tutti, sono stati visti 114 milioni di volte in 110 diversi Paesi ed hanno avuto 3.740.000 condivisioni: chi vuole pubblicizzare la propria azienda può essere egli stesso colui che farà risaltare il consumatore per quello che è, valorizzandolo.

De Beers: Un diamante è per sempre

#7 – De Beers: Un diamante è per sempre

Legarsi a una situazione così comune da diventare simbolo o parte stessa della situazione

La nota frase Un diamante è per sempre proposta nel 1947 dall’agenzia statunitense NW Ayer & Son per De Beers e considerata dalla rivista Advertising Age come lo slogan pubblicitario più importante del XX secolo, lega per la prima volta il concetto spirituale del matrimonio ad un oggetto materiale come il diamante.

L’obiettivo cardine dell’intera campagna è quello di creare una situazione nella quale chi si sposa testimonia il proprio amore spendendo del denaro e più sale il costo dell’anello maggiore è l’amore provato dallo sposo: per capire come farsi pubblicità prendendo spunto dall’esempio di De Beers basti sapere che una buona azione di marketing stimola all’acquisto anche nel caso in cui la spesa appaia ingiustificata, inutile o fuori luogo.

Queste le campagne promozionali più vincenti degli ultimi decenni: 7 grandi esempi che ti permettono di comprendere come fare pubblicità alla tua azienda per ottenere buoni riscontri già nell’immediato.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *