Automatismi non sempre graditi

Con l’ultimo aggiornamento del programma di fatturazione Easyfatt 2011.16 dello scorso 5 Luglio abbiamo introdotto numerose novità, tra queste una molto richiesta dai clienti: l’incremento automatico della quantità nelle righe fatture, quando lo stesso prodotto viene aggiunto più volte tramite codice a barre oppure dalla finestra di selezione prodotti. Eravamo particolarmente soddisfatti per aver realizzato quest’innovazione finché (cioè dopo poche ore…) non sono iniziate le lamentele di chi non ha gradito l’automatismo, evidentemente incompatibile con la gestione della propria attività o metodologia di vendita. Per questo motivo ci siamo cosparsi il capo … e ieri abbiamo pubblicato un piccolo aggiornamento, la rev. 2011.16c, che lascia libertà di scelta sul comportamento del programma (in Opzioni > Prodotti).
Speriamo così di aver accontentato tutti ;-)


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Paolo

Responsabile sviluppo di Easyfatt. Patavino, classe ‘76. Il mio primo programma l’ho scritto sul Commodore 128 a 10 anni: [10 PRINT "MI CHIAMO PAOLO"] [20 GOTO 10]. L'anno dopo, domando alla maestra: ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
10 commenti su “Automatismi non sempre graditi
  1. devidfri scrive:

    Non è gradito nemmeno l’incrementazione del dispositivo touchscreen esclusivamente per la versione enterprise.
    anche la versione professional gestisce a tutti gli effetti la vendita al banco

  2. Ale scrive:

    Ecco, io sono uno di quelli che avrei appunto suggerito di rendere opzionale l’incremento automatico. Poi mi chiedo, è normale che quando inserisco dei prodotti in un documento, ad esempio attraverso la sezione ‘Prodotti’, la quantità disponibile di questi rimane invariata fin quando non si chiude e riapre il documento?!? A me spessissimo capita di trovare dei prodotti con quantità disponibile negativa a causa di questa “mia” svista… Credo che le quantità visibili in ‘Prodotti’ debbano essere aggiornate in tempo reale in relazione alle modifiche di quantità che si stanno apportando al documento…chiedo troppo?!?!

  3. SK scrive:

    Anch’io pensavo che la vendita a banco Touch fosse anche per la versione professional….

  4. Francesco scrive:

    Ottimo accorgimento quello dell’incremento automatico della quantità nelle righe fatture, e soprattutto la possibilità di poter scegliere in base alle proprie esigenze, BRAVI!!!
    Io invece vi chiedo se fosse possibile far azzerare in automatico il progressivo delle operazioni riguardanti la vendita al banco ad ogni fine giornata. Mi piacerebbe che il numero operazione al banco e il numero dello scontrino fiscale emesso, avessero lo stesso numero progressivo e che alla fine di ogni giornata, l’Easyfatt ripartisse dall’operazione al banco N. 1. Ho interfacciato Easyfatt Enterprise con un Olivetti PRT 200 FX, compatibili al 100%!!!
    Grazie…

    Gesa Office S.n.c.

  5. lbcleone scrive:

    Bene funzione gradita, ma ci sono rimasto molto male per la funzione touch solo per la versione enterprise, mi aspettavo questa funzione anche per la versione Professional. Una funzione secondo me da inserire, è quella che almeno in fase di caricamento “merce in arrivo” per i prodotti con seriale, la possibilità di inserire solo una volta la riga del prodotto e poi la quantità e successivamente la possibilità di inserire i seriali in base alla quantità inserita, ed in automatico il programma inserisce tante righe in relazione alla quantità inserita per numeri seriali.

  6. Paolino scrive:

    Ciao a tutti,
    anche io avevo avuto dei problemi per l’incremento automatico. E dire che qualche volta lo avevo evocato! Più che altro quando si devono inserire prodotti in sconto merce che in questo modo non potrebbero essere divisi da quelli a pagamento. Avevo comunque trovato il sistema. Bastava mettere un “punto” una “lieetta” comunque qualcosa che modificasse la riga di descrizione prodotto che il successivo non veniva sommato.
    Comunque va bene in tutti i modi.

    Saluti Paolo

  7. Diego scrive:

    Secondo me sono importantissimi 3 automatismi per chi opera nell’ecommerce, ovviamente rendendo opzionali gli stessi. Non credo sia una modifica molto onerosa e sicuramente fattibile:

    1) Dare la possibilità di scelta per importare gli ordini scaricati in un solo colpo.

    2) Possibilità di convertire in un unico passaggio gli ordini in DDT come avviene già adesso per convertirli in fatture o fatture accompagnatorie, questo passaggio è molto importante per scaricare i prodotti impegnati con gli ordini, anche per quegl’ordini che non necessitano di fattura o fattura accompagnatoria.

    3) eventualmente dare la possibilità di convertire lo stato dei prodotti impegnati in prodotti scaricati, selezionandoli dall’elenco.

    Spero siano accolti questi suggerimenti che faranno felici tutti coloro che come me devono scaricare diversi ordini.

  8. groopula scrive:

    Bravi!!!
    Ottimo l’incremento automatico delle quantità!!!…solo come già detto nella gestione degli sconti quantità….ho risolto con l’inserimento riga manuale, e poi copia-incolla codice prodotto…e abbiamo cosi una seconda riga x gestire scontistiche diverse dello stesso prodotto!

  9. AndreA JDJ scrive:

    Io parlo in qualità di rivenditore e se fosse possibile inserire la funzione touch screen nella versione pro si potrebbe proporre nei locali tipo bar, pasticcerie, ristoranti ecc.
    Ad esempio un pacchetto completo con Software, Computer touchscreen con collegamento al registratore di cassa.
    Tech System Genova

  10. Ivan scrive:

    Sarebbe utile poter scegliere nei documenti se ci debba essere il vistino di default o meno. Per esempio quando si crea un arrivo merce il programma mette di default “segue fattura” e non esiste un posto dove dirgli che per i documenti che creeerà non deve più farlo. E’ giusto però riconoscere che a parte qualche piccolo problemino legato alle preferenze dell’utilizzatore Easyfatt rimane un bel programma! Diamo a Cesare quel che è di Cesare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *