A quando la gestione affitti?

Molti amministratori di condominio chiedono di aggiungere a Domustudio una sezione per gestire anche gli affitti. Come sempre, quando ci arrivano delle sollecitazioni da parte dei clienti, abbiamo affrontato la questione analizzando in dettaglio le modifiche che sarebbe necessario fare al programma.

Beh … ne è venuto fuori un quadro davvero inquietante! Implementare una gestione affitti non è certo una questione che si risolve con un paio di finestre in più nel programma e un mesetto di lavoro. La materia è di grande complessità, paragonabile a quella dell’amministrazione condominiale (con la quale purtroppo ha ben poco in comune). E’ necessario predisporre modulistica per contratti, risoluzioni, subentri, proposte d’affitto, fideiussioni e pagamenti; così come bisogna risolvere tutte le questioni fiscali come la registrazione telematica dei contratti d’affitto, i modelli F23, gli aggiornamenti ISTAT, etc.

Insomma … un bel lavoraccio! Noi non siamo certo tipi che si tirano indietro di fronte alle sfide, ma questa rischierebbe seriamente di portarci fuori strada, impegnandoci a fondo in una materia nuova e spinosa per tralasciare la gestione condominiale.

Stabilito quindi che la gestione affitti non sarà pane per i nostri denti, ma intenzionati a dare una risposta alle esigenze degli utenti Domustudio, sul mercato abbiamo individuato un software adatto allo scopo. Si tratta dell’ottimo programma Gestione Affitti di Datos (www.datos.it/ga), uno strumento qualitativamente in linea con i nostri standard e supportato da una software house fin da subito disponibilissima ad intrecciare una collaborazione tecnica.

La collaborazione, iniziata nello scorso inverno, sta per dare alla luce una funzione (sulla prossima rev. 04) che farà dialogare Domustudio con Gestione Affitti garantendo quindi un considerevole risparmio di tempo nel travaso dei dati da un programma all’altro e un’automazione nell’incasso delle spese condominiali in concomitanza con gli affitti.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Vanio

Fondatore e AD di Danea Soft. Nato a Padova nel 1972 e grande appassionato di tecnologia, dal 1995 mi occupo full-time della Danea Soft realizzando i primi programmi dell’azienda e dove ora seguo la ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
3 commenti su “A quando la gestione affitti?
  1. Marco scrive:

    Personalmente non sono interessato alla gestione completa degli affitti in Domustudio (tratto già la questione quale parte del mio lavoro di Geometra senza l’ausilio di particolari sw) e comunque capisco che non si potrebbe trattare di una implementazione semplice e rapida. Come avete ben descritto le cose da inserire sarebbero tante ed andrebbero a modifcare sostanzialmente la natura di Domustudio.
    Sarebbe però molto utile migliorare la parte di Domustudio che gestisce i rapporti proprietario/inquilino. Per esempio:
    – inserimento della possibilità della presenza in assemblea non sono del proprietario ma anche dell’eventuale inquilino (che ha sempre diritto di parola);
    – possibilità di gestire “in blocco” l’addebito delle spese ordinarie al proprietario o all’inquilino (non quindi attraverso le “eccezioni” nei conti come ora) perché a volte i proprietari si accordano per pagare tutto loro;

    Inoltre potreste migliorare il calcolo delle competenze nei casi di subentro. Attualmente è prevista solo l’imputazione in proporzione ai giorni oppure in base alla competenza della spesa. Nessuno dei due metodi secondo me rispetta però la realtà dei fatti. Sarebbe giusto a mio avviso utilizzare entrambi i metodi insieme. Nel senso che la spesa dell’assicurazione può andar bene ripartirla per i giorni, ma la pulizia delle scale (nel caso di fatture plurimensili) non può esser ripartita per giorni ma solo in base alla competenza ed in secondo luogo in base ai giorni di quella competenza. Credo sarebbe perciò utile inserire per le date di competenza non una sola data come ora, ma due, di inizio e fine competenza (creando perciò una finestra di competenza per la spesa). Ovviamente per integrare la mia idea sarebbe necessario anche riformulare il calolo per la ripartizione.

    Spero di essermi spiegato.

  2. Paolo scrive:

    Non male la richiesta di Marco
    Condivido seppur prossimamente anche intenzionato all’acquisto di Datos, semprechè rettifichino i loro costi attualmente troppo elevati per passare da una gestione semicomputerizzata (ottimo il pacchetto office per il momento) a una completamente automatica e che dire a primo impatto datos ha suscitato le stesse emozioni positive di domustudio…. bello graficamente, interessante il funzionamento ….

  3. SPREGEST scrive:

    In termini di dialogo: sviluppate Easyfatt? Fatelo dialogare con Domustudio.
    Così possiamo gestire le nostre fatture, partendo da un movimento (valido anche come promemoria) fino alle parcelle tutto nello stesso programma.
    Non dimentico più prestazioni e non devo mantenermi due software.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *