Giustizia

L’accertamento fiscale è illegittimo se prima l’Agenzia delle Entrate non ha ascoltato le tue motivazioni

Quando l’Agenzia delle Entrate non collabora con i cittadini perde il diritto di procedere con gli accertamenti fiscali

Operato dell’Agenzia delle Entrate illegittimo se procede con un accertamento fiscale senza ascoltare le motivazioni del contribuente

Questa la decisione presa da una Commissione di Lecce nella sentenza num. 297/03/14, che ha appoggiato la protesta di un responsabile di azienda nei confronti dell’Amministrazione finanziaria, considerata colpevole, oltre che di avere completamente trascurato la documentazione atta a consentire allo stesso di non dover pagare un’imposta consistente ed ingiustificata, anche di essersi limitata ad un semplice rigetto formale.

Nella casistica specifica, all’amministratore di un’impresa richiedente all’Ufficio delle Entrate un’istanza per l’esonero dell’esborso previsto per quelle che vengono definite “società di comodo”, è stato emesso dall’Agenzia una verifica fiscale assolutamente fuori luogo: nonostante il contribuente avesse infatti consegnato nelle tempistiche-modalità corrette un corposo malloppo di prove a suo favore, l’Amministrazione finanziaria ha scelto di limitarsi a non considerarle e ad imporre le sue sanzioni.

Una serie di documenti comprovanti da un lato l’effettiva impossibilità da parte del contribuente di produrre ricavi per il periodo in questione e dall’altro la possibilità di non dover sborsare la cifra richiesta dall’Ufficio delle Entrate. Proprio tali testimonianze hanno spinto la Commissione leccese ad interrompere in modo definitivo un accertamento fiscale inteso come inappropriato. Questo, soprattutto perché l’Amministrazione finanziaria con le sue sanzioni, invece di dimostrarsi pronta a valutare e capire le problematiche del contribuente, ha preferito intraprendere una strada a senso unico, sprovvista di sensibilità, disponibilità e comprensione.

Situazione piuttosto particolare che ci fa bene intendere come, nonostante il periodo di crisi e la sfiducia generale della popolazione nei confronti del sistema fiscale, la giustizia faccia comunque tutto il possibile per mettersi nei panni di cittadini ed aziende, anche quando trova lo scontro diretto con veri e propri colossi nazionali del calibro dell’Agenzia delle Entrate. Agenzia alla quale, in questo caso (e per fortuna del contribuente), è stato prontamente ricordato quanto risulti importante mantenere con la popolazione un rapporto di buona fede e, soprattutto, di collaborazione reciproca.

photo credit: mikecogh via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *