Mettersi in proprio: 4 motivi per pensarci 2 volte

Mettersi in proprio: 4 motivi per pensarci 2 volte prima di partire

4 fattori che chiunque voglia diventare imprenditore dovrebbe considerare prima di decidere di mettersi in proprio

In una società nella quale sempre più giovani scelgono di mettersi in proprio per dar vita alla propria idea di business, molti sono gli ostacoli e i miraggi posti sulla strada dei giovani imprenditori inesperti.

Spessissimo aspettative e realtà viaggiano su binari estremamente distanti e lo scollamento tra i due sembra ampliarsi col passare degli anni.

Negli ultimi decenni la storia del neo-laureato che diventa imprenditore prodigio è stata talmente esaltata che molti non ne colgono più l’unicità. Il 25enne che dal nulla diviene l’imprenditore del secolo è un mito. Per ogni Zuckerberg (il creatore di Facebook) ci sono milioni di persone che fanno lavori normalissimi e conducono una vita normalissima lavorando con e, spesso, per altri.

La dura verità è che nessuna università o corso ti prepara per essere un imprenditore di successo. Ecco 4 fattori da prendere in considerazione prima di optare in favore dell’indipendenza lavorativa: veri e propri dati di fatto troppo spesso sottovalutati da chi non possiede sufficiente esperienza in ambito professionale e imprenditoriale!

break-voice

#1 – Voler diventare imprenditore non è sufficiente

Nonostante l’idea di diventare Imprenditori sia affascinante ed intrigante, la semplice e sola volontà non basta a far diventare quell’idea una realtà.

Affinché la decisione di mettersi in proprio porti i suoi frutti e abbia successo, alla base deve esserci da parte del novello imprenditore la giusta dose di passione, competenze e, cosa fondamentale, un’offerta specifica e di valore. Concentrare le proprie energie su di uno specifico e dettagliato progetto aiuta a sviluppare al meglio la propria idea di business.

break-voice

#2 – Nessun corso o workshop permette di fare soldi a palate

Anche se prima di mettersi in proprio seguire qualche corso di approfondimento può rivelarsi utile per crescere dal punto di vista professionale, non si può pensare di far derivare integralmente il proprio successo unicamente da quelle esperienze.

È necessario imparare a lavorare autonomamente, scontrandosi in prima persona con le difficoltà quotidiane e imparando a farvi fronte. L’esperienza diretta è la prima fonte di apprendimento.

break-voice

#3- L’esperienza è fondamentale

Il bagaglio esperienziale derivante da precedenti realtà professionali è fondamentale. Lavorare in altre aziende, prima di lanciarsi nel mondo imprenditoriale, consente di far proprie competenze ed esperienze altrimenti difficilmente acquisibili.

Lavorare in team, partecipare a lunghissime riunioni, essere alle dipendenze di un titolare mai soddisfatto o dover condividere l’ufficio con colleghi fastidiosi può agevolare l’autodisciplina, la capacità di lavorare efficientemente anche in situazioni di forte stress, l’incremento delle capacità comunicative, etc… Capacità che possono divenire fondamentali per semplificare l’avvio e lo sviluppo del proprio progetto imprenditoriale.

break-voice

#4- Per concretizzare un progetto di business serve una certa disponibilità economica

Chiunque decida di mettersi in proprio deve assolutamente rendersi conto del fatto che, soprattutto nella fase di StartUp, i costi da sostenere sono tanti. I primi anni saranno caratterizzati anche da sacrifici e potrebbero prevedere una certa dose di spirito d’adattamento da parte del novello imprenditore.

Partire consapevoli delle difficoltà finanziare riscontrabili è basilare per evitare errori di valutazione o, ancor peggio, di dilapidare tutti i risparmi a breve distanza dall’avvio dell’attività. Lo sviluppo di un Business Plan in questo caso aiuta ad individuare sin dall’inizio quali saranno le risorse finanziarie necessarie per poter portare avanti il proprio progetto.

Leggi anche: Come fare un Business Plan? La Guida completa

Ecco i 4 punti che ogni “novello imprenditore”, dovrebbe considerare prima di lanciarsi all’avventura. La consapevolezza delle possibili difficoltà consente di prendere decisioni più mature ed accurate.

Photo credit: Wade Mcc


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *