Obbligo fatturazione elettronica tra privati: retromarcia per ora

Fatturazione elettronica tra privati: per ora niente obbligo

Il passaggio alla fatturazione elettronica fra privati dovrà aspettare: le motivazioni della marcia indietro

 

Luigi Casero, Vice Ministro economia e finanze, all’incontro con Assosoftware calma le acque e ribadisce come, al momento, il vincolo europeo non permetta l’introduzione dell’obbligo della Fatturazione elettronica tra privati (B2B).

Come testimoniano i dati Assosoftware, l’Italia al momento primeggia a livello mondiale per dematerializzazione in campo fatturazione proprio grazie all’obbligo, introdotto ormai quasi 3 anni orsono, della fatturazione elettronica per le operazioni (cessione di beni e prestazione di servizi) effettuate dalle imprese verso le Pubbliche Amministrazioni.

Il successo della fatturazione elettronica PA è stato però seguito da un avvio estremamente timido della fatturazione elettronica tra privati anche detta B2B.

Casero, dopo aver sottolineato l’impossibilità dell’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica B2B, ha sottolineato che la strada al momento debba essere un impegno maggiore nell’incentivare l’adozione della fatturaPA anche per le operazioni tra privati. Infatti, il vero problema sembrano essere gli incentivi all’adozione della fatturazione elettronica tra i privati, incentivi al momento poco significativi e incapaci di stimolare l’interesse di imprese e autonomi che, in buona parte, hanno già vissuto l’introduzione della fattura elettronica verso PA come una mera imposizione.

Il passaggio alla Fatturazione elettronica per tutti dovrebbe semplificare modulistica e adempimenti, ma al momento gli incentivi non bastano. Rossella Orlandi, Direttore Generale dell’Agenzia delle Entrate, premettendo che un eventuale obbligo di Fatturazione Elettronica è una decisione che deve venire dalla politica, conferma che in ogni caso è un processo irreversibile. La digitalizzazione è un fattore imprescindibile per semplificare la vita dei contribuenti e la normativa.

Bonfiglio Mariotti, Presidente di Assosoftware, assieme a molti rappresentanti delle software house italiane come Cristiano Zanetti di TeamSystem, ha sollecitato il pubblico a promulgare leggi e regole chiare ed effettuare i controlli, rivendicando al mercato, ai privati, il compito di proporre le soluzioni.

Dal canto nostro, in Danea, rilanciamo l’esigenza di accompagnare un eventuale passaggio alla fatturazione elettronica obbligatoria tra privati con una reale offerta di semplificazioni fiscali, normative e procedurali. Siamo anche convinti che questa opportunità darà una forte spinta all’adozione di strumenti gestionali ancora troppo spesso non recepiti nelle realtà imprenditoriali dello stivale, con grande beneficio per la competitività dell’intero Paese.

La digitalizzazione, in questo senso, potrebbe rappresentare l’occasione per rettificare il rapporto tra Stato e sistema imprenditoriale.


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Partecipa al Seminario On-line Gratis!
Danea

Sono nata nel 1995 da un'idea a due passi da Padova. Sono dinamica, entusiasta e adoro creare soluzioni semplici per problemi complessi. Sono sempre sul pezzo e sono molto pignola, tanto che mi dicono ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *