Trovare clienti: 6 dritte per liberi professionisti

Trovare clienti: 6 dritte per freelance e liberi professionisti su come presentarsi

Per trovare nuovi clienti è importante trasmettere efficacemente il proprio valore professionale. La corretta presentazione del proprio curriculum è quindi fondamentale: 6 dritte per farlo al meglio

Quando un freelance o un libero professionista vuole trovare clienti, deve prima di tutto creare una presentazione del proprio profilo capace, oltre che di trasmettere al meglio le sue abilità, qualità e competenze, anche di suscitare fiducia e di spingere l’interlocutore ad avviare collaborazioni durature.

Ecco dunque 6 pratici consigli da seguire alla lettera per raggiungere l’obiettivo in modo semplice ed immediato: una serie di validi suggerimenti il cui scopo primario è quello di insegnare come realizzare presentazioni sufficientemente professionali e convincenti da esibire alla clientela.

break-voice

#1- Scegli un titolo efficace

Capire come trovare nuovi clienti non è certo una cosa semplice, ma di sicuro per ottenere dei buoni risultati bisogna preparare un’intestazione della presentazione breve, concisa ed eloquente. Le uniche informazioni da inserire sono:

  • il titolo contenente la posizione ricoperta (Graphic Designer, Junior Programmer, ecc.);
  • gli anni di esperienza;
  • e le aree di competenza.

In questa fase iniziale non servono altri dettagli, perché quelli già indicati bastano e avanzano per fare stabilire al referente se il profilo in questione è o meno adeguato per svolgere i compiti richiesti.

break-voice

#2- Aggiungi una foto professionale

Dato che, per acquisire clienti, è necessario trasmettere massima fiducia e serietà, si consiglia di aggiungere alla propria presentazione un’immagine professionale con sfondo bianco, colori nitidi e sorriso amichevole.

Se per qualche motivo non si vuole comparire personalmente nella fotografia, si può preferire un avatar o qualcosa di simile che identifichi il servizio offerto (per esempio il logo di un grafico o il disegno di un illustratore).

break-voice

#3- Inserisci le qualifiche e le esperienze

Per trovare nuovi clienti sfruttando la presentazione del proprio profilo, è importante aggiungere allo stesso tutte le qualifiche ottenute e le esperienze fatte a livello professionale: spiegare alla perfezione cosa si sa fare, dimostrando di poter gestire al meglio l’incarico proposto.

Oltre al titolo con la posizione ricoperta, agli anni di esperienza ed alle aree di competenza, è quindi poi opportuno includere anche una sezione specifica dedicata a tutto ciò che concerne le proprie capacità tecniche.

break-voice

#4- Descrivi i dettagli della formazione accademica

Se si dispone di buone credenziali accademiche, è importante aggiungerle alla propria presentazione, così da fare comprendere al possibile cliente che, oltre all’esperienza maturata sul campo in ambito lavorativo, si possiedono anche delle competenze specifiche acquisite nel corso del percorso formativo.

Un copywriter, per esempio, può indicare l’eventuale master in giornalismo seguito dopo l’università o la frequentazione di corsi in lingua straniera e di seminari di scrittura creativa (questi semplici dettagli ben dispongono il referente e lo spingono a fidarsi di più della persona in questione).

break-voice

#5- Riporta le informazioni di contatto

Aggiungendo alla presentazione del proprio profilo le informazioni di contatto (indirizzo, numero di telefono, e-mail, ecc.), spesso e volentieri si possono trovare nuovi clienti interessati a stringere collaborazioni con professionisti locali.

Capita infatti di sovente che soprattutto le piccole e medie imprese talvolta necessitino di risorse esterne disponibili a recarsi in sede quando necessario: il fatto che il collaboratore abiti vicino all’azienda e possa raggiungerla in qualsiasi momento, aumenta le possibilità di fargli ottenere l’ingaggio.

break-voice

#6- Includi le tue case history

Nel caso in cui un freelance o libero professionista abbia gestito in passato dei progetti importanti per altre aziende, deve indicare la cosa nella propria presentazione per dimostrare al cliente l’operato nel corso del tempo.

L’ideale è riportare prima di tutto gli interventi più recenti, aggiungendo per ogni punto il maggior numero di informazioni possibile (per esempio, specificare il nome del committente, il periodo di attività o altri dettagli similari).

Anche feedback e testimonianze di clienti soddisfatti servono molto, perché danno un’idea più precisa dell’effettiva professionalità dimostrata durante le singole collaborazioni (chiedere ai precedenti referenti di scrivere un commento sul lavoro svolto ed aggiungerlo nel profilo).

Come detto, trovare clienti non è mai per niente semplice, ma seguendo i 6 preziosi consigli appena forniti, si può realizzare una presentazione persuasiva, efficace e convincente.

Leggi anche: Il biglietto da visita non è morto, anzi!


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *