Gestione aziendale: 5 strategie aziendali per la crescita

Gestione aziendale: 5 strategie per far crescere l’azienda

Perseguire uno sviluppo aziendale efficace non è un processo immediato. Ecco cinque basilari strategie di gestione aziendale che aiutano a far crescere l’azienda e condurre il business nella giusta direzione

In ambito lavorativo, come proiettare alla crescita la propria gestione aziendale? Per rispondere a questa domanda riportiamo subito di seguito 5 validi consigli indirizzati agli imprenditori: pratiche soluzioni da seguire ogni giorno per condurre i business verso un percorso di costante ampliamento e sviluppo.

break-voice

#1- Fidati del tuo istinto ma solo fino a un certo punto

Una delle strategie aziendali da mettere in atto per fare crescere una certa attività, consiste nel fatto di saper capire quando è opportuno fidarsi del proprio istinto e quando invece diventa necessario basarsi su statistiche e dati più concreti. In linea generica va sicuramente detto che i principali indicatori da considerare sono:

  • le pipeline di vendita;
  • i rapporti di conversione delle vendite;
  • la redditività del prodotto;
  • i trend del mercato.

Oltre a ciò, è poi consigliabile chiedersi se il successo già raggiunto nel proprio mercato possa in qualche modo essere ottenuto anche in contesti differenti o se un ipotetico ampliamento dell’offerta riesca ad agevolare lo sviluppo dell’impresa.

In poche parole, è bene fare una vera e propria analisi approfondita volta a valutare a fondo tutti i pro e tutti i contro prima di apportare modifiche più o meno drastiche che, invece di far crescere l’azienda, rischiano di condurla ad un inesorabile tracollo.

break-voice

#2- Applica l’analisi SWOT

Visto che la matrice SWOT rappresenta uno strumento di pianificazione strategica atto a valutare punti di forza, debolezze, opportunità e rischi di un’impresa, quando utilizzata sulla concorrenza, può aiutare a concretizzare determinate opportunità di sviluppo.

Essendo dunque l’analisi SWOT un rilevatore di informazioni essenziali indicante le condizioni più favorevoli, i momenti propizi o le cause di pericolo, è fortemente consigliabile sfruttarlo al massimo per migliorare il più possibile la propria gestione aziendale.

Attenzione: se la crescita dei competitors rappresenta un’effettiva minaccia per l’attività commerciale di cui si è responsabili, la loro stessa presenza nel mercato funge al contempo da stimolo per potenziarsi ed imporsi con maggiore decisione nel settore merceologico di appartenenza.

break-voice

#3- Amplia l’organico quando ti serve supporto

Partendo dal presupposto che dipendenti e collaboratori giocano un ruolo determinante nello sviluppo di un’impresa, chi ambisce a rafforzare ed ampliare il proprio business deve adottare delle strategie aziendali proiettate in primis verso il lavoro di squadra e la cooperazione.

Innanzitutto si sconsiglia in maniera categorica sia di avere a disposizione un organico troppo ridotto, sia di assumere nuove pedine solo nel momento in cui un certo piano di crescita è già stato approvato (perché a quel punto potrebbe essere troppo tardi per ottenere buoni riscontri nello step successivo).

Inoltre, va poi anche detto che l’ingaggio di ulteriori risorse non deve per forza basarsi sul classico rapporto di dipendenza generante innumerevoli responsabilità e costi fissi, ma può tranquillamente essere indirizzato verso liberi professionisti o freelance da coordinare e pagare soltanto quando il supporto serve davvero.

break-voice

#4- Gestisci il rischio

Chi ambisce a far crescere l’azienda deve, per forza di cose, accettare che lo sviluppo imprenditoriale rappresenta nella stragrande maggior parte dei casi un fattore di rischio da gestire ogni giorno prevedendo dei piani alternativi.

Affinché tali piani risultino davvero utili ed efficaci, devono includere delle soluzioni di emergenza da mettere in atto solo all’occorrenza per aggirare gli ostacoli, evitando di causare alla società danni, rallentamenti o altre problematiche similari.

Anche in questo caso, ci si può basare sull’analisi SWOT descritta in uno dei precedenti punti, sia per individuare e mappare le fonti di pericolo, sia pure per identificare in anticipo delle valide strategie su cui basarsi in caso di necessità.

break-voice

#5- Non farti schiacciare dai flussi di cassa

Anche se i flussi di cassa rappresentano (soprattutto per le piccole aziende) una delle principali fonti di preoccupazione, l’espansione di un business richiede sempre degli investimenti più o meno onerosi su marketing, personale, macchinari, ecc.

Scopri i nostri consigli di Gestione Finanziaria della tua piccola e media impresa: articoli, guide e consigli.

Quando le entrate e le uscite non sono bilanciate a dovere, lo sviluppo del business può diventare un obiettivo difficile da raggiungere, ma gestendo in modo responsabile i guadagni e le spese, oltre a rafforzare la società, la si mette anche nella condizione di poter chiedere ed ottenere dei prestiti agevolati.

Finanziamenti alternativi e linee di credito rappresentano due tra le tante proposte flessibili da scegliere per sopperire alla mancanza di liquidità, evitando al contempo di farsi sopraffare dai debiti: soluzioni vantaggiose che, se sfruttate a dovere, possono aiutare l’impresa ad ampliarsi.

Questi i nostri 5 pratici consigli per abbracciare una gestione aziendale indirizzata alla sviluppo: preziosi suggerimenti da seguire ogni giorno con l’obiettivo primario di far crescere l’attività gestita.

Photo credit: Matt Wattscc.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *