Aprire un'attività e mettersi in proprio senza soldi o quasi

Aprire un’attività e mettersi in proprio senza soldi o quasi: 3 consigli per iniziare con finanze limitate

I consigli di Danea per la startup low-budget, partendo con poco o nulla e riducendo gli sperperi ai minimi termini

Visto che a livello globale, di questi tempi, il lavoro scarseggia e le assunzioni rappresentano un fenomeno sempre più raro, sono in molti quelli che tentano il tutto per tutto credendo ed investendo in una propria idea di business e aprendo un’attività pur, spesso e volentieri, senza realmente possedere fondi necessari all’avvio.

In primis è da chiarire che, al contrario di quanto esposto dal titolo, non è possibile aprire un’attività e mettersi in proprio senza avere il minimo capitale di partenza. E’ possibile invece aprire un’attività partendo con investimenti ridotti. Il punto focale sarà quello di evitare gli sperperi e tenere da parte il nostro micro capitale per la risoluzione di eventuali problematiche dell’ultimo minuto. Sì, perchè partire senza neanche un euro…purtroppo è impensabile, ma con un capitale minimo è fattibile…se si seguono poche e semplici regole.

break-voice

Risparmia sull’ufficio: la lungimiranza è il segreto del successo!

Avere a disposizione uno spazio completamente dedicato alla tua nuova attività è un lusso che (forse) puoi posticipare nel tempo perché, se nel breve periodo ti accontenti di un ufficio in casa, questo oltre a sottrarti alla necessità di doverti svenare dal punto di vista economico con tot affitti anticipati, corsi sulla sicurezza, bollette, ecc., non ti costringe nemmeno ad impegnarti con lunghi contratti di locazione prima di sapere se la giovane azienda riuscirà davvero a farsi spazio nel mercato.

break-voice

Limita le assunzioni o non assumere proprio

Considerati i costi stellari oggi previsti per assunzioni e contratti di lavoro, se scegli di avviare un progetto imprenditoriale, cerca di fare il possibile per creare un realtà snella che non necessiti per forza di personale interno per il suo avviamento. Certo, non puoi sicuramente fare tutto da solo ma, per lo meno, hai la possibilità di affidare le mansioni più urgenti a freelance e collaboratori esterni con partita IVA, che ti permettano (al posto di dover mantenere dispendiose posizioni lavorative con i relativi contributi, costi sanitari, oneri fiscali, ecc.) di pagare soltanto per i progetti realmente commissionati.

break-voice

Recupera, ricicla, riutilizza: ogni euro risparmiato è un euro che può servire per investimenti futuri!

Anche se quando lanci una realtà commerciale, preso dall’euforia del momento, puoi essere indotto a comprare computer, mobili ed accessori di ultima generazione e dal design accattivante, devi renderti conto il prima possibile del fatto che, nella maggior parte dei casi, si tratta sempre di cose superflue delle quali puoi tranquillamente fare a meno: se ti servono davvero oggetti del genere perché ti manca il pc, la stampante o lo scaffale su cui riporre la documentazione aziendale, guardati intorno e cerca di trovare soluzioni riciclabili che, almeno nell’immediato, ti consentano di non dover sostenere inutili spese.

Passare da una semplice idea di business ad aprire un’attività e mettersi in proprio con finanze molto limitate non è certo cosa semplice ma, con delle piccole accortezze quotidiane, puoi incrementare le possibilità di successo in modo tale da raggiungere il traguardo senza comunque rischiare da principio il tracollo finanziario.


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *