Aprire un'attività: 12 verità per aspiranti imprenditori

Aprire un’attività: 12 verità e consigli per aspiranti imprenditori

Quando si avvia una nuova attività, perseveranza, sacrificio, disciplina e passione dei neo imprenditori sono alcuni dei fattori che contribuiscono a decretarne il successo. Vediamo nel dettaglio alcuni consigli pratici per evitare i classici errori da principianti e partire preparati

Quando si decide di aprire un’attività, a cosa bisognerebbe prestare attenzione per evitare di commettere i classici errori del principiante? Rispondiamo a questa particolare domanda, riportando subito di seguito i nostri 12 consigli dedicati a chi vuole mettersi in proprio: suggerimenti mirati da sfruttare ogni giorno per diventare imprenditore di successo.

break-voice

#1- Non considerare le statistiche

Anche se le indagini sostengono con forza che una percentuale piuttosto alta di StartUp è destinata al fallimento, colui il quale sceglie l’indipendenza professionale deve saper affrontare statistiche negative, continuando imperterrito a perseguire i propri obiettivi: una buona dose di ostinazione e perseveranza premiano sempre nel lungo periodo.

break-voice

#2- Dedicarsi a ciò che piace ed interessa davvero

L’unico modo per aprire un’attività redditizia e vincente, è quello di trovare un settore nel quale ci si possa dedicare a ciò che piace davvero, escludendo a priori tutti gli ambiti incapaci di suscitare interesse: il semplice fatto di svolgere delle mansioni stimolanti permette di meglio predisporsi alla sfera lavorativa, ottenendo risultati decisamente più soddisfacenti.

break-voice

#3- Non pretendere di sapere tutto

Nonostante chi decida di mettersi in proprio possa credere di non avere sufficienti conoscenze e capacità per affrontare la situazione nella maniera appropriata, se lo scopo di questa persona è raggiungere dei grandi traguardi, deve innanzitutto imparare a non farsi schiacciare dalle titubanze e dai dubbi: prima si avvia l’idea di business e poi ci si dedica a quanto concerne l’apprendimento di nuove nozioni.

break-voice

#4- Concentrarsi su un solo progetto imprenditoriale

Affinché sia possibile raggiungere dei risultati considerevoli in ambito imprenditoriale, è importante concentrare i propri sforzi su un solo progetto alla volta, senza mai sprecare le energie a disposizione per altre questioni secondarie: il fatto di focalizzarsi su un’unica idea e di svilupparla in tutte le sue sfaccettature, consente di ottenere riscontri migliori in tempistiche più ridotte.

break-voice

#5- Scegliere i giusti collaboratori

Soprattutto in fase di StartUp è importante prestare il massimo livello di attenzione possibile alla scelta dei collaboratori, considerando per la selezione il reale valore aggiunto dagli stessi garantito in fase operativa, piuttosto che un’eventuale convenienza dal punto di vista economico: se i professionisti con i quali si stringono accordi costano poco ma lavorano male, ne risente di conseguenza l’intero business.

Leggi anche: Selezione del personale: come assumere il dipendente giusto

break-voice

#6- Dare priorità alle questioni più importanti

Per diventare imprenditore di successo, è necessario imparare a concedere la giusta priorità a tutte le questioni, distinguendo in modo netto quelle primarie da a quelle secondarie: dedicarsi alla progettazione di loghi, biglietti da visita e siti web, non serve assolutamente a nulla se prima non si è, per esempio, realizzato un buon business plan su cui basare la nascita e la crescita della nuova azienda.

Leggi anche: Gestione del tempo e dei progetti: 5 dritte per essere più produttivi

break-voice

#7- Trasformare la propria idea imprenditoriale in un’ossessione

A dispetto di quanto potrebbero dire in molti, l’ossessione manifestata dall’imprenditore nei confronti di una certa idea di business, oltre a non rappresentare necessariamente un fattore negativo, in alcuni casi si rivela addirittura come una componente capace di apportare vantaggi concreti: qualsiasi forma di assillo o fissazione implica in automatico una costante ricerca del miglioramento.

break-voice

#8- Restare in ufficio tutto il tempo necessario

Quando si decide di aprire un’attività non bisogna mai e poi mai pensare che esistano degli orari prestabiliti nei quali dedicarsi al lavoro ed altri nei quali dedicarsi alla vita privata: se le questioni professionali impongono la necessità di restare in ufficio fino a sera inoltrata, nei week-end o durante le festività, l’imprenditore interessato al benessere del proprio business deve sacrificarsi.

break-voice

#9- Focalizzarsi sui servizi più redditizi

Mettersi in proprio ed ottenere dei buoni riscontri anche (e soprattutto) dal punto di vista economico, spesso e volentieri, significa dimostrare la capacità di capire su quali servizi puntare nel breve e nel lungo periodo: ostinarsi a proporre soluzioni scarsamente remunerative è sbagliato, perché non mette l’azienda nella condizione di racimolare denaro per investimenti futuri.

break-voice

#10- Tenersi costantemente aggiornati

Per avviare una StartUp di successo è fortemente consigliabile che l’imprenditore continui sempre a tenersi aggiornato su tutte le novità proposte dal settore merceologico di appartenenza, leggendo libri, blog, siti di settore e, più in generale, qualsiasi contenuto utile per la sua crescita professionale: la conoscenza rappresenta l’arma capace di distinguere un professionista valido da un professionista scadente.

Leggi anche: Perchè fare formazione, andare ad eventi e seminari è molto più importante di quel che pensi!

break-voice

#11- Svegliarsi la mattina presto

Chi ha come obiettivo primario quello di diventare imprenditore, non può assolutamente pensare di sprecare ore preziose alzandosi tardi la mattina, perché nei primi frangenti della giornata si è sempre più produttivi: per ottenere risultati migliori in ambito professionale e massimizzare le performance, bisogna quindi dormire bene durante l’intera notte e svegliarsi presto.

break-voice

#12- Non preoccuparsi troppo della raccolta di fondi

Anche se per aprire un’attività può servire il supporto economico di banche o finanziatori, prima di concentrarsi completamente sulla raccolta fondi, è molto meglio rafforzare il business garantendogli una struttura interna ben organizzata: per convincere gli investitori a scommettere su un certo progetto imprenditoriale, lo stesso deve dimostrare di avere delle solide basi su cui svilupparsi.

Questi i nostri 12 consigli per gli aspiranti imprenditori: efficaci suggerimenti pensati apposta per aiutare chi non possiede alcuna esperienza a raggiungere il successo professionale mettendosi in proprio.

Leggi anche: Aprire un’attività: perché un budget realistico è la chiave del successo del tuo business plan


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *