SCOPRI I NOSTRI GESTIONALI

Carte Fedeltà e raccolte punti: convengono veramente?

Carte fedeltà

Le fidelity card offrono dei privilegi concreti o sono delle semplici bufale?

 

Quante volte ti è capitato di prendere il portafoglio e sfoggiare alla cassa la fidelity card? Abitudine più o meno comune di tutti i clienti che, ogni giorno, accumulano punti in modo frenetico per riempire la tessera, sfogliare il catalogo e scegliere un premio.

Ma siamo proprio sicuri che le carte fedeltà convengono davvero? Domanda da un milione di dollari alla quale rispondono tutti: erogatori, affiliati e beneficiari compresi!

C’è chi sostiene che servano alle aziende per conoscere-assecondare le abitudini dei consumatori e chi le descrive come mere manovre di marketing, pensate per confondere gli utenti illudendoli di ricevere dei vantaggi, a conti fatti, fittizi. In breve: tanto fumo e poco arrosto!

Se anche tu sei indeciso sull’argomento, prima di confermare o condannare la tua fidelity card, suggeriamo di riflettere sui seguenti punti per trovare la giusta prospettiva che ti permetta di fare un bilancio corretto:

  • Rapporto qualità-prezzo: verifica l’effettiva convenienza dei vari prodotti, senza considerare solo il risparmio del premio. Un risparmio che, se i costi della merce non sono competitivi, sperperi con interessi maggiorati quando fai la spesa.

  • Qualità dei regali: cerca di capire se il premio merita la tua fedeltà confrontando i cataloghi degli altri negozi e valutando con attenzione se i punti richiesti sono proporzionati al tipo di articolo. Cosa te ne fai di un accappatoio scadente da 10.000 punti? Proprio a nulla!

  • Scelta dei premi: analizza l’assortimento dei regali disponibili nel catalogo, assicurandoti che contenga prodotti di sicuro interesse per te e per i tuoi familiari. Articoli che possano servire davvero a soddisfare dei bisogni specifici.

  • Durata delle promozioni: controlla sempre che la scadenza del catalogo sia in linea con le tempistiche necessarie a raccogliere tutti i punti per richiedere il tuo premio, perché tagliare il traguardo a competizione conclusa sarebbe un peccato!

  • Abitudini d’acquisto: le promozioni non devono cambiare eccessivamente le tua abituali quantità di consumoe acquisto, una piccola modifica può essere accettabile a fronte di un premio congruo, ma una piccola ricopensa non può giustificare il disagio di cambiare magari la tua dieta abituale o il tuo consumo abituale di un servizio. Ciò che acquisti deve sempre rispecchiare i tuoi bisogni.

Se dopo questo bilancio generico pensi che il negozio frequentato tutti i giorni soddisfi completamente le tue esigenze, non farti problemi a richiedere subito la fidelity card per iniziare a raccogliere punti da convertire in vantaggi concreti.

photo credit: Ardonik via photopin cc

Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress