E-commerce e social media marketing: 3 punti per iniziare

E-commerce e social media marketing: 3 punti per la prima strategia

Come pianificare una strategia di social media marketing per il tuo E-commerce? Una Guida in 3 Passi per partire consapevole firmata MYTHO.

Prima di iniziare, ricorda che:

  1. I social network e il social media marketing rappresentano per l’e-commerce una potenziale fonte supplementare di fatturato.
  2. Grazie allo storytelling, puoi costruire la tua reputazione e sviluppare un’identità di marca, valorizzando i tuoi prodotti.
  3. Adatta il contenuto del tuo e-shop in base al social network utilizzato: giochi-concorso, informazioni aziendali, schede prodotto… Un social network = un contenuto!
  4. L’animazione dei social network costituisce una vera e propria mission!  Fai un bilancio delle tue risorse e delle competenze che possiedi.
  5. Tieniti pronto e lanciarti sui social network che ti aiuteranno a distinguerti dalla concorrenza.

break-voice

I consigli degli esperti MYTHO per il tuo E-Commerce

Dei 3.025 miliardi di internauti presenti nel mondo, 2.060 miliardi sono attivi sulle piattaforme sociali. Grazie ai social network, hai la possibilità di raggiungere il 68% degli internauti e il 28% della popolazione! Pensa che in Italia, una persona su 2 è iscritta a Facebook.

Ti stai ancora domandando se lanciarti sui social network rappresenta una buona opportunità per sviluppare il tuo business? Non riesci a deciderti perché ti domandi se ci guadagnerai davvero?

Ricorda che il 51% dei fan tendono ad acquistare i prodotti della pagina Facebook che seguono.

Jean-Philippe Thoër del sito Ballkit (cliente MYTHO) ne è testimone:

“I social network ci permettono di condividere le recensioni dei nostri clienti soddisfatti, i nostri nuovi prodotti e le promozioni, e tutto questo ci assicura un contatto permanente con i nostri clienti e quelli che ci seguono attraverso la nostra pagina. Il nostro traffico è aumentato del 30% in 1 anno!”.

Prima di lanciarti sulle reti sociali, occorre riflettere sullo sviluppo di una strategia di social media marketing chiara e precisa. Che cosa diffondere su queste piattaforme? A chi rivolgersi e dove? In che modo?

Dal report annuale di We Are Social emerge un dato di fatto che ti schiarirà le idee: gli italiani trascorrono 2h30 al giorno sui social media! È il momento di lanciarsi!

break-voice

Ecco i tre elementi chiave che ti aiuteranno a determinare la strategia più adatta alla tua attività di social media marketing!

#1 – Quale social network scegliere e perché?

Prima di tutto, occorre stabilire il tuo target di clienti e soprattutto che tipo di linea editoriale adottare per la tua strategia di social media marketing. Vuoi proporre prodotti o servizi destinati alle aziende e ai professionisti di settore? Ai privati? Ai giovani? Alle donne?

Se ti rivolgi a una clientela di professionisti, utilizza i social network professionali come LinkedIn e Viadeo. Se i tuoi prodotti sono destinati a un target di sole donne, potresti trovare in Pinterest una piazza estremamente appetibile. Se punti a una clientela più generale, sicuramente Facebook può essere una scelta azzeccata.

Una volta individuato il tuo target, che cosa ti aspetti? Desideri ottenere visibilità sul web? Sviluppare le tue fonti di traffico? Insomma, quali sono i tuoi obiettivi? La soluzione è forse quella di optare per delle campagne pubblicitarie per ampliare più velocemente la tua community.

Puoi anche puntare su dei giochi-concorso specifici per social network che renderanno la tua comunicazione virale. Desideri fidelizzare i tuoi clienti e avere una community fedele alla marca? Proponi dei buoni sconto e offerte speciali. Lo scopo è di ricompensare la tua clientela per la loro fedeltà!

Infine, chiediti qual è il messaggio che desideri comunicare al tuo target e in che modo trasmetterlo. Lo storytelling è ampiamente impiegato per invogliare il cliente a cercare qualcosa e quindi attirare traffico. Questa tecnica comunicativa esiste da sempre e rappresenta un vero e proprio strumento di azione di marketing.

Si tratta di raccontare una storia, invece di esporre semplicemente degli argomenti per mettere in evidenza un prodotto sui social network o su blog, per esempio.

Come servirsi di questa tecnica? È semplice, devi destare l’emozione e la curiosità raccontando dei fatti. L’emozione stimola l’azione dei consumatore, mente i fatti parlano alla parte logica del cervello dell’utente per convincerlo. Lo storytelling permette di sviluppare un rapporto privilegiato con gli utenti.

Un esempio di storytelling di successo? Quello della marca Barilla, un case history per eccellenza “Dove c’è Barilla c’è casa” con la serie di spot realizzati già negli anni ’80. La trama narrativa ricorrente è quella del “viaggio e ritorno”. Non c’è viaggio (esplorazione) senza ritorno (identità).

NB: la nuova tendenza è il Data Storytelling. Racconta una storia sotto forma di infografica ispirandoti, per esempio, ai dati dei tuoi clienti.

break-voice

#2 – Quali sono i contenuti da proporre sui social network?

Le piattaforme come Facebook e Twitter sono degli strumenti indispensabili per qualsiasi e-commerce: con rispettivamente 1,44 miliardi di utenti attivi (Aprile 2015) e 284 milioni attivi (Ottobre 2014). Da ricordare anche l’utilizzo sempre maggiore dei social network dedicato alla condivisione di foto, video e immagini come Pinterest e Instagram.

Facebook

Facebook offre innumerevoli possibilità alle marche. Puoi creare una pagina o un gruppo Facebook per radunare i tuoi fan e lasciarli discutere “fra di loro” sui tuoi prodotti. Un mezzo straordinario per ottenere pubblicità “gratis”. Grazie a Facebook, puoi raggiungere un vasto bacino di utenza oppure puntare ad una nicchia che ti interessa particolarmente sfruttando le possibilità di profilazione della piattaforma.

Per esempio, puoi segmentare gli utenti per genere, età, area geografica, centro d’interessi, ecc. Facebook Insights, strumento di analisi statistiche del social network, ti permetterà di seguire le tue pubblicazione (gratis o a pagamento).

Lanciarsi su Facebook rappresenta una priorità per un commercianti, soprattutto se disponi di un contenuto non puramente commerciale da poter condividere (per es., notizie di blog), se desideri iniziare a costruire la tua reputazione online e fidelizzare i tuoi acquirenti instaurando con loro un dialogo.

Twitter

Il 20% degli utenti di Twitter segue almeno un account di marca (Fonte: Twitter, giugno 2014). Un’occasione da cogliere al volo! D’altronde, Twitter è IL network dell’informazione in tempo reale. È molto utile per diffondere contenuto durante eventi (il cosiddetto live-tweet). Lanciati su Twitter se hai la certezza di accedervi ogni giorno per tweettare o retwettare informazioni interessanti e rilevanti del tuo settore di attività.

Utilizza gli hashtag e coinvolgi citando altri brand e utenti per ottenere visibilità. Segui i blogger influenti e interagisci con loro per essere individuato come esperto nella tua attività. Non esitare a mettere nei favoriti dei tweet che attirano la tua attenzione. In questo modo, avrai l’occasione di consultare in seguito. Ma, attento Twitter richiede in cambio una reattività estremamente alta a stimoli e interazioni!

Pinterest & Instagram

Negli ultimi tempi, sono molto di tendenza i social network come Pinterest & Instagram. Risulteranno particolarmente utili se punti sul visual marketing dei tuoi prodotti.

Pinterest possiede 40 milioni di utenti attivi (luglio 2014) e funziona un po’ come Twitter (seguendo altre persone e bacheche). Decidi di appuntare delle immagini (ossia dei pin) su delle bacheche tematiche chiamate “Board”. Ogni foto postata rinvia verso il sito di origine.

Da notare che il 69% degli utenti di Pinterest hanno già acquistato un prodotto dopo averlo visto sul social network (a differenza del 40% su Facebook). Il pubblico di Pinterest è composto soprattutto da donne ed è interessato a oggetti di uso quotidiano, decorazione, cucina e fitness.

Anche Instagram è un social network di immagini, di proprietà di Facebook, ma funziona in modo diverso. Si tratta di un’applicazione disponibile solo per dispositivi mobili. Secondo il report annuale Digital, Sociale e Mobile 2015, Instagram è oggi utilizzato da più di 300 milioni di persone. È semplice da utilizzare, senza “bacheche” come Pinterest, e consente di pubblicare foto o video con filtri in pochi secondi. Come per gli altri social network, l’applicazione ha sviluppato il suo programma pubblicitario. È possibile, quindi, mettere in evidenza foto sponsorizzate del proprio catalogo prodotti!

Infine, Instagram è uno strumento interessante perché consente di pubblicare foto ritoccate su altri social network contemporaneamente (Facebook, Twitter, …) se si possiedono associati. Utilizza Instagram se desideri valorizzare i tuoi prodotti, la tua attività o ancora il tuo team di lavoro (backstage, ecc.). Su questo social network, ricordati di usare ampiamente gli hashtag adeguati (#) per ottenere visibilità durante le ricerche degli internauti di parole chiave.

break-voice

#3 – Definire quali sono le risorse e il know-how da sfruttare

La tua strategia di social media marketing è ormai strutturata, a questo punto sorge una nuova domanda. Chi svilupperà la strategia all’interno della tua azienda? Disponi dei mezzi e delle risorse necessarie per occupartene o preferisci delegare quest’aspetto?

Se desideri occuparti personalmente della tua strategia social media, fai un bilancio delle competenze, del budget e dei tempi necessari da dedicare a quest’attività.

Un community manager deve essere in grado di svolgere vari ruoli, essere abbastanza polivalente e autonomo. Dovrà occuparsi della comunicazione digitale, della pubblicità e possedere uno spirito creativo. Potrà ricoprire il ruolo di moderatore e servire da assistenza clienti: la pazienza e la diplomazia sono d’obbligo!

Infine, un community manager deve fungere da commerciale, curatore di contenuto e analista: la reattività rappresenta una qualità essenziale. All’interno del tuo team, c’è qualcuno che ha il profilo adatto per svolgere questo compito? Si tratta di un lavoro che richiede tempo, assicurati quindi che la persona scelta abbia un planning che gli consente di occuparsi di tutte le attività. In caso contrario, puoi rivolgerti ad agenzie esterne o freelance specializzati. Starà a te poi condividere i tuoi obiettivi, i tuoi bisogni e le tue aspettative.

Ora sei pronto per cominciare con il piede giusto! Motto del momento: Be social!


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



MYTHO E-Commerce

TeamSystem MYTHO è tutto ciò che ti serve per creare il tuo e-commerce. Una piattaforma con oltre 300 funzionalità per creare il tuo negozio online e farlo rendere al meglio da subito.

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *