Fatturazione elettronica primi vantaggi

Fatturazione elettronica: i primi vantaggi si vedono già dopo pochi mesi

La fatturazione elettronica fa vedere i primi vantaggi: la Pubblica Amministrazione espone i primi risultati.

Visto che di recente ti abbiamo spiegato quanto risulti difficile per aziende e Pubbliche Amministrazioni allinearsi alle disposizioni della fatturazione elettronica , oggi vorremmo approfondire l’argomento descrivendo i reali vantaggi apportati da questo sistema introdotto dalla Finanziaria 2008 ed entrato ufficialmente in vigore il 6 giugno 2014.

Per avere una panoramica chiara e precisa dei benefici ottenibili dalla normativa in questione, ci siamo soffermati soprattutto sull’esempio fornito dal Ministero degli Affari Esteri, il quale rappresenta a tutti gli effetti la prima Amministrazione Pubblica italiana che ha scelto di testare la fatturazione elettronica.

Stando alle parole del Direttore centrale per l’Informatica e le Comunicazioni del Ministero degli Affari Esteri Luigi Ferrari, i principali miglioramenti derivanti da tale novità possono essere riassunti nei punti che seguono:

  • risparmio di tempo e di risorse umane;
  • risparmio su costo e spreco della carta;
  • dimezzamento del periodo di gestione delle singole ricevute da parte dell’incaricato;
  • riduzione nelle tempistiche di pagamento delle fatture che, nella Pubblica Amministrazione italiana, passano da una media di 6 mesi con fatture cartacee a soli 18-20 giorni con fatture elettroniche;
  • possibilità di avere un quadro della situazione economica (entrate-uscite) più chiaro, ordinato e preciso (utile per ipotizzare nuovi investimenti nel breve-lungo periodo);
  • possibilità per gli uffici di destinare alla gestione della fatturazione un numero di risorse inferiore (i collaboratori-dipendenti, infatti, al posto di svolgere tale attività, hanno modo di dedicarsi ad altre occupazioni).

Anche se sulla carta la fatturazione elettronica garantisce diversi benefici concreti, va comunque ribadito come il cambiamento stia causando diversi problemi di adattamento sia agli addetti delle imprese sia ai responsabili delle Pubbliche Amministrazioni, che si trovano a dover gestire un sistema al quale non sono affatto abituati.

Ma esiste una strategia efficace per risolvere la questione sul nascere? Sempre secondo le parole di Ferrari, bisogna:

  • spiegare agli utenti in modo chiaro i reali vantaggi assicurati dalla digitalizzazione delle fatture (maggiore puntualità nei pagamenti, ottimizzazione delle risorse, riduzione delle perdite di tempo, abbattimento dei costi, ecc.);
  • cercare di inserire il nuovo sistema di fatturazione elettronica all’interno di piattaforme già esistenti-utilizzate dalle singole strutture, così da ridurre al massimo l’impatto della novità (per esempio, il Ministero degli Affari Esteri ha aggiunto la fatturazione elettronica al vecchio programma di contabilità dello Stato, generando un effetto meno drastico sulle amministrazioni ed una netta semplificazione sulla formazione degli addetti).

Seguendo questi validi consigli è davvero possibile attuare quel cambiamento decisivo pensato apposta per risolvere alcuni tra i problemi più radicati dell’intero Paese: un Paese nel quale risulta sempre più necessaria l’introduzione di norme in grado di garantire concretezza, immediatezza e sostanza.

photo credit: JD Hancock via photopin cc


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Partecipa al Seminario On-line Gratis!
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *