Gestione clienti: 6 consigli per la fidelizzazione

Gestione clienti: 6 dritte per fidelizzare e creare una relazione con il cliente duratura

Una corretta gestione clienti è fondamentale per fidelizzare il proprio pubblico di riferimento. Ecco 6 dritte che possono venire in aiuto per instaurare una relazione professionale duratura con i clienti

In tema di gestione clienti, cosa fare e come comportarsi per instaurare con il pubblico delle relazioni professionali durature? Ecco 6 pratici consigli da mettere in atto per raggiungere l’obiettivo senza problemi: suggerimenti efficaci che, se seguiti alla lettera, possono portare ottimi risultati in poco tempo.

break-voice

#1- Pianificare i progetti con attenzione e scrupolo

La prima regola che permette di fidelizzare il cliente, consiste nel pianificare in anticipo gli step dei progetti, stilando un programma preciso che permetta al professionista di sapere come procedere e al committente di capire quando verrà fatto cosa.

Che il referente fornisca indicazioni precise sul da farsi o che resti più vago nelle disposizioni, oltre a stabilire per tempo il modus operandi da seguire in corso d’opera, è poi importante specificare i risultati da raggiungere ed elaborare un calendario comprensivo delle scadenze concordate.

Dopodiché è opportuno formulare un preventivo chiaro ed inequivocabile, che eviti in futuro inutili dispute o contenziosi imbarazzanti (in fase di negoziazione, si raccomanda di essere sempre amichevoli e gentili, così da ben disporsi reciprocamente).

break-voice

#2- Dimostrarsi aperti al dialogo

Quando si parla di relazione con il cliente, la comunicazione gioca un ruolo fondamentale: restare sempre in contatto con il proprio pubblico deve infatti diventare un impegno da prendere nel quotidiano.

Via e-mail, tramite Social Network, al telefono o addirittura con posta tradizionale: fornire un valido servizio di assistenza completa, dando aggiornamenti costanti sullo stato dei singoli progetti, permette di anticipare i problemi e di appianarli prima che degenerino.

Se, per esempio, gli interventi vengono interrotti un paio di giorni per imprevisti dell’ultimo minuto, è opportuno avvisare il referente spiegandogli la questione e fornendogli una buona scusante. In questa maniera non si presenta il rischio di risultare ritardatari o (peggio ancora) poco professionali.

break-voice

#3- Mettere a disposizione del pubblico le proprie competenze

Una buona gestione clienti è anche quella proiettata verso lo scambio e la condivisione quotidiana delle proprie competenze tecniche. Le stesse competenze che, se messe al servizio dei consumatori, contribuiscono a migliorare il rapporto tra entrambe le parti.

Formulando suggerimenti, ipotesi e soluzioni per risolvere i problemi del pubblico, è infatti possibile farsi vedere dallo stesso, non più tanto come dei semplici fornitori di servizi, ma come veri e propri professionisti di cui potersi davvero fidare.

break-voice

#4- Condividere la rete di contatti

Se lo scopo primario è quello di fidelizzare il cliente, una buona strategia da mettere in atto può tranquillamente essere quella di condividere con il pubblico la rete di contatti presenti nella propria rubrica.

Dare una mano alla clientela consigliando un certo fornitore piuttosto che un altro o semplicemente fornendo qualche buon contatto in grado di intervenire per risolvere un determinato problema, spinge chi riceve supporto a provare più fiducia verso chi si rende disponibile nei suoi confronti.

Un altro aspetto vantaggioso del suggerire al prossimo dei validi professionisti, risiede poi nel fatto che, in caso di necessità future, le persone aiutate in passato vorranno probabilmente sdebitarsi ricambiando il favore ricevuto.

break-voice

#5- Gestire il tempo in modo da rispettare le scadenze

Una buona relazione con il cliente si instaura anche attenendosi alle tempistiche di consegna dei vari progetti. Per fare questo si consiglia di ipotizzare una timeline chiara, realistica e, soprattutto, rispettabile anche in presenza di eventuali imprevisti. Il modo più semplice per essere sempre puntuali, è quello di utilizzare i classici calendari cartacei per segnare le diverse scadenze o di scaricare applicazioni e software pensati apposta per aiutare a meglio gestire il tempo.

Quando si sceglie una data di consegna, oltre a considerare tutti gli altri impegni previsti in agenda, bisogna poi anche prevedere dei giorni extra per perfezionare il lavoro: se l’intero progetto viene ultimato in anticipo e la consegna è fatta prima, dal cliente non ci si può che aspettare soddisfazione e gratitudine. Al contrario, se si ipotizzano ritardi, è opportuno comunicarli al più presto, così da evitare di causare imprevisti di qualsiasi genere al referente.

break-voice

#6- Dimostrarsi onesti

Da che mondo è mondo, nella gestione clienti come anche in tutti gli altri rapporti umani, le cose vanno meglio quando entrambe le parti si dimostrano oneste ed aperte: la sincerità va trasmessa soprattutto descrivendo le proprie competenze, spiegando le effettive capacità possedute e definendo le tempistiche necessarie a concludere un certo progetto.

Se, per esempio, si promette una consegna entro un certo lasso temporale e la scadenza non viene rispettata, oltre a deludere le aspettative del committente, si rischia anche di perdere l’intero incarico. Ma se si è chiari fin da subito, la persona con cui ci si trova ad avere a che fare sa bene cosa aspettarsi.

Questi i nostri 6 preziosi consigli da mettere in atto con l’obiettivo primario di fidelizzare il cliente: pratici suggerimenti pensati apposta per rafforzare il rapporto con il pubblico e renderlo ancora più stabile, solido e duraturo.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *