Imprenditori di successo e i 10 tratti comuni tra loro

Imprenditori di successo e i 10 tratti comuni tra loro: un’analisi del successo

Quali sono i tratti comuni fra gli imprenditori di successo e cosa si può imparare dal loro approccio alla gestione aziendale? Una ricerca di Gallup definisce i tratti fondamentali della buona mentalità imprenditoriale

Gli imprenditori di successo possiedono dei talenti particolari che gli permettono di cogliere al volo le opportunità di business: persone dotate di potenziale e sempre pronte a sviluppare le proprie abilità innate, rapportandosi al prossimo per migliorarsi di continuo.

Ma come si identifica una buona mentalità imprenditoriale?

Per rispondere a questa domanda elenchiamo subito di seguito le 10 caratteristiche che secondo una ricerca di Gallup (Per un approfondimento in merito alla ricerca: clicca qui) prevalgono nei soggetti in grado di abbracciare una gestione aziendale vincente: qualità specifiche del professionista ambizioso e capace di raggiungere qualsiasi traguardo.

break-voice

#1- Esperienza pregressa

In linea generica si può certamente dire che, prima di diventare imprenditori di successo, bisogna fare tanta pratica e maturare quel bagaglio di esperienza indispensabile per distinguersi dalla massa.

Basti per esempio pensare ai casi di Bill Gates e di J.K. Rowling. Il fondatore di Microsoft è diventato tale dopo aver trascorso circa una decina di anni nella programmazione.

La nota autrice di Harry Potter, invece, oltre ad aver iniziato a coltivare la passione della scrittura in giovanissima età (6 anni), ha dedicato ben 7 anni di vita ad affinare e perfezionare il proprio stile, raggiungendo solo in seguito la fama mondiale con il suo noto romanzo.

break-voice

#2- Sviluppo delle abilità

Per Jeff Haden non c’è alcun dubbio: l’intelligenza e le abilità possono essere sviluppate nel corso degli anni attraverso l’impegno continuo.

Se chi vuole ottenere buoni riscontri in ambito professionale deve dimostrare una forma mentis proiettata alla crescita, chi si convince di non avere abbastanza talento o chi non investe tempo e risorse nella propria persona resta mediocre.

break-voice

#3- Forte disciplina

Affinché la propria mentalità imprenditoriale possa effettivamente portare al successo, è necessario dimostrare ogni giorno un alto livello di disciplina sia in ambito personale, sia anche in ambito professionale.

Certo il rigore e la severità non garantiscono necessariamente il raggiungimento dei risultati sperati, ma di sicuro aiutano le persone a sviluppare al massimo qualità come la forza e la determinazione, che possono portare grandi soddisfazioni nella sfera lavorativa.

break-voice

#4- Perseveranza e costanza

Se, come detto nel punto precedente, la disciplina serve ad incrementare le performance del singolo, alla stessa maniera può anche essere molto utile possedere un carattere ben disposto nei confronti della perseveranza.

Un buon esempio che descrive perfettamente tale concetto, è di certo quello proposto da Milton Harshey: il pasticcere americano che, dopo aver abbandonato gli studi prima del previsto e dopo aver avviato senza successo 3 diverse aziende di dolciumi, al quarto tentativo ha finalmente sfondato grazie all’ideazione di una ricetta innovativa capace di fruttargli diversi milioni di dollari.

break-voice

#5- Passione

Un’altra componente essenziale della mentalità imprenditoriale vincente è rappresentata dalla passione sfrenata verso il proprio lavoro.

Come ci insegna il fondatore di Alibaba Group, Jack Ma (che, pur non avendo alcuna specifica competenza tecnica, è comunque riuscito a creare un grande business attivo nel settore del commercio elettronico), anche il semplice fatto di essere solo particolarmente presi da una certa idea di business può bastare per trasformare la stessa negli anni in una realtà tanto solida e strutturata, quanto florida e redditizia.

break-voice

#6- Curiosità

Chi vuole abbracciare una gestione aziendale vincente, deve poi dimostrare sempre una forte curiosità nei confronti di tutto ciò che lo circonda: il desiderio di sapere e scoprire ogni giorno qualcosa di nuovo serve, oltre che per restare costantemente informati sulle novità del proprio settore lavorativo, anche per non farsi schiacciare da una concorrenza più aggiornata e competente.

Documentarsi di continuo e risultare più competenti degli altri, aiuta di sicuro ad imporsi sul prossimo dal punto di vista professionale.

break-voice

#7- Auto-motivazione

Per gli imprenditori di successo come per i dipendenti aziendali, i buoni risultati in ambito lavorativo arrivano anche e soprattutto grazie all’auto-motivazione: la stessa auto-motivazione di chi sa che le opportunità non piovono dal cielo, ma vanno costruite giorno per giorno con fiducia, spirito del sacrificio e costanza.

Per meglio comprendere questo discorso bisogna partire dal presupposto che nessuno regala niente e che per avere fortuna negli affari è importante impegnarsi al massimo facendo solo conto delle proprie capacità.

break-voice

#8- Propensione al rischio

Il professionista dotato di buona mentalità imprenditoriale non è chi scommette tutti i propri averi in progetti dal dubbio potenziale, ma è colui il quale, pur avendo una certa propensione nei confronti del rischio, sa fino a che punto spingersi per non inciampare in un fallimento catastrofico.

Come sostiene l’autore di Entrepreneurship for the Rest of Us Paul B. Brown, i migliori imprenditori, oltre ad essere per definizione piuttosto avversi al pericolo, sanno poi anche imporsi i giusti limiti per contenere eventuali perdite economiche.

break-voice

#9- Adattabilità

Nella corretta gestione aziendale, l’imprenditore vincente sa adattarsi ai cambiamenti del mercato, garantendo nel tempo alla società gestita il giusto mix di flessibilità e dinamicità: se il settore merceologico di appartenenza propone delle trasformazioni più o meno frequenti, bisogna ideare delle soluzioni creative che permettano di continuare ad imporsi sulla concorrenza.

Da precisare come talvolta, a seconda delle circostanze, tali soluzioni possono addirittura indirizzarsi verso la chiusura di una certa attività e l’avvio di una nuova impresa: una simile ipotesi deve essere presa in considerazione ed abbracciata, ma solo se mancano delle alternative più valide.

break-voice

#10- Consapevolezza di poter fallire

Il buon imprenditore riesce sempre a fermarsi prima che sia troppo tardi: portare avanti progetti ed aziende fallimentari ha come unico effetto quello di causare un inutile spreco di tempo e denaro.

Quando ci si rende conto del fatto che una certa società non riesce più ad imporsi sul mercato, è opportuno abbandonare la flotta prima di sprofondare nel fallimento, indirizzandosi verso diverse possibilità di business.

Questi i 10 tratti comuni degli imprenditori di successo: caratteristiche indispensabili per risultare vincenti in ambito professionale.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *