Imprenditoria femminile

Imprenditoria femminile: agevolazioni e finanziamenti previsti dal decreto 215/92

Tutti i benefici garantiti dal decreto 215/92: i vantaggi per le donne imprenditrici tra finanziamenti e agevolazioni

Se anche tu sei una donna intenzionata ad avviare-sviluppare un certo progetto di business, non puoi proprio evitare di prendere in considerazione i benefici garantiti dalla legge 215/92: normativa recentemente approvata dallo Stato italiano per stimolare l’imprenditoria femminile con agevolazioni e finanziamenti.

La legge 215/92, per l’appunto nata con l’intento di assecondare la nascita di nuove iniziative, oltre che la rilevazione ed il rilancio di attività preesistenti in settori quali il commercio, il turismo, l’artigianato, l’industria, la fornitura di servizi e la produzione di beni in agricoltura, si rivolge innanzitutto a:

  • società di persone e cooperative formate da minimo il 60% di donne;

  • società di capitali con almeno una percentuale pari a 2/3 di capitale-organi di amministrazione gestiti da donne;

  • imprese individuali di proprietà di donne;

  • enti atti a favorire-sviluppare consulenza manageriale e formazione imprenditoriale in nuclei composti almeno dal 70% da donne. Tra tali enti vanno inclusi centri di formazione, associazioni, società di promozione imprenditoriale ed imprese.

Per usufruire dei benefici previsti dalla suddetta normativa, è strettamente necessario possedere dei requisiti specifici, riassumibili nei punti che seguono:

  • l’attività deve avere meno di 50 dipendenti;

  • l’azienda non può dipendere da altre imprese partecipanti;

  • il fatturato deve essere inferiore a 7.000.000 di euro oppure il totale di bilancio deve essere inferiore a 5.000.000 di euro.

La richiesta del finanziamento può dipendere da molteplici fattori, tra i quali ricordiamo, ad esempio, l’avvio di realtà nuove, l’acquisizione di realtà preesistenti, il lancio di progetti aziendali innovativi o l’acquisizione di servizi reali.

La legge 215/92 rappresenta certamente una svolta importante attuata a livello statale sia per garantire maggiori possibilità di successo alle donne che vogliono avviare un’attività in proprio, sia anche per dare nuovi sbocchi ad un paese spesso visto come fossilizzato su un sistema imprenditoriale stagnante.

Il nuovo decreto è pensato per sostenere l’apertura o il potenziamento delle attività in proprio gestite dal gentil sesso mediante l’ottenimento di finanziamenti ed agevolazioni fiscali e ha come obiettivi primari la promozione dell’attività imprenditoriale delle pari opportunità tra maschi e femmine ed il conseguente miglioramento della situazione economica nazionale.

Continua a leggere su >>> Finanziamenti imprenditoria femminile: come ottenerli

photo credit: katrinaelsi via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *