Sicurezza informatica aziendale

Sicurezza informatica aziendale – La Guida Danea

4 Milioni di attacchi via web di cui 1 su 3 sono attacchi contro piccole e medie imprese, come difendersi e garantire la Sicurezza Informatica Aziendale

La sicurezza informatica aziendale è uno degli elementi spesso più sottovalutati dalle PMI (Piccole Medie Imprese). Ammettilo assieme a noi, quante volte ti è capitato di vedere in molteplici uffici le password del pc appiccicate con un post-it al monitor, le reti wi-fi protette con password tipo “123456”, il nome dell’azienda o addirittura senza alcuna password? Più spesso di quanto tu possa contare!

La tecnologia negli ultimi anni sta cambiando radicalmente il nostro ambiente lavorativo e i mezzi “smart” aumentano a dismisura attorno a noi. Questo aumenta in modo esponenziale i rischi per la sicurezza informatica aziendale e installare un semplice antivirus spesso non basta. Ormai i dati a cui accedono i nostri dispositivi sono decine di migliaia: dati di fatturato,elenchi dei clienti, piani strategici e di investimento della tua azienda, dati personali dei dipendenti, numeri e codici di carte di credito e di debito, conti bancari, contratti, email riservate, ect…

Oppure, hai mai pensato al fatto che molti nuovi pc, tablet, smart-TV e smartphone hanno integrate delle videocamere? Beh chi accede a questi device potrebbe addirittura spiare i tuoi uffici al fine ad esempio di commettere un furto appena se ne presenta l’occasione!

Per essere sicuro di non trovarti a piangere sul latte versato, oggi vogliamo darti alcuni consigli di base per la sicurezza informatica della tua azienda o attività. Delle semplici dritte che ti permetteranno di innalzare il tuo livello di sicurezza informatica di base e vivere un po’ più tranquillo.

break-voice

Ricerca, ricerca e ricerca

Google è una fonte fantastica per informarti sui risultati in tempo reale della tua squadra del cuore come lo è per iniziare a difendere la tua azienda, come? Semplice, ogni volta che stai per acquistare un nuovo dispositivo prova a verificare con una ricerca sul famoso motore di ricerca se sono note falle di sicurezza per quello specifico device! Cerca quindi il nome del dispositivo e in più “sicurezza” o “problemi di sicurezza” o ancora “falle nella sicurezza” e verifica se per caso per quel dato prodotto sono state riconosciute e corrette o meno. Questo ti aiuterà a comprare dei prodotti sicuri che non offrono facilmente il fianco agli attacchi di malintenzionati.

break-voice

Aggiornare i software

Sembra un consiglio banale, ma un software non aggiornato è spesso una delle prime cause di falle nella sicurezza informatica di una rete. Gli hacker malintenzionati conoscono e studiano con grande attenzione le falle dei software e dei sistemi operativi proprio perchè sono i primi a poter fornire una porta d’accesso utile al dispositivo e quindi alle informazioni che vanno cercando.

Pensi che nessuno verrà mai a cercare di rubare informazioni alla tua piccola attività? Purtroppo è esattamente il contrario! Attaccare una grande società è certo molto più succulento ma anche molto più difficile e oneroso. Più semplice è rubare dati a tante piccole realtà in modo agevole e senza clamore per poi sparire nel nulla senza che mai qualcuno se ne possa accorgere o si possa veramente permettere di fare delle vere indagini!

Symantec e Kaspersky, due tra le maggiori aziende mondiali che si occupano di sicurezza informatica, registrano giornalmente 4 Milioni di attacchi via web di cui 1 su 3 sono attacchi contro piccole e medie imprese. Quindi, mantieni sempre aggiornati i tuoi software!

Infine, può sembrare banale ma per la sicurezza risulta fondamentale evitare totalmente i software pirata, oggi tra le primissime cause di falle nella sicurezza e danni apportati alle imprese.

break-voice

Migliora le tue Password

Molto spesso sembra solo una noia usare una una password sul nostro pc, sul nostro smartphone, sulla nostra rete wi-fi ect… Infatti moltissimi di noi usano i propri dispositivi così come escono dalla scatola e non pensano neanche lontanamente di inserire o cambiare nome utente e password di accesso, così siamo circondati da oggetti e reti con nome utente “admin” e password “123456” o comunque una password molto semplice come il compleanno del proprietario o il nome del cane.

Leggi l’approfondimento:   10 Consigli + 1 su come creare password (quasi) impenetrabili

Scegli il tuo nome utente personale e una password che non sia facile da indovinare, usa magari un generatore casuale di password e cerca di inserire almeno una lettera maiuscola, un numero e se è possibile anche un carattere speciale (ad es: una virgola, un punto esclamativo o un cancellato). Vuoi una password super sicura? Creala con un generatore di password casuale come quello di Symantec.

Daniel Crowley, manager per la sicurezza informatica di Trustwave (altra celeberrima azienda internazionale di sicurezza informatica), dichiara in una intervista al Time magazine che una password debole è la causa del 31% dei crimini informatici esaminati dalla Trustwave nello scorso anno.

break-voice

Controlla la tua linea Wi-fi

Crowley nella medesima intervista al noto settimanale americano, suggerisce un ulteriore consiglio specifico per la sicurezza delle reti wi-fi. Anche se i nostri dispositivi sono sicuri e la nostra rete wi-fi ben protetta da una buona password, un malintenzionato potrebbe utilizzare, per accedere liberamente alla nostra rete e ai nostri dati, un vecchio dispositivo come il nostro vecchio computer appena buttato via o utilizzato come “ruotino di scorta” nello stanzino sul retro, uno smartphone che viene usato solo di servizio o altri dispositivi simili spesso lasciati non aggiornati (device non più attivamente connessi alla nostra rete ma con registrati gli accessi a questa).

I suggerimenti che propone Crowley sono: se possibile usare reti separate per le connessioni di servizio e quelle di gestione, e ovviamente cambiare spesso le password di accesso alle nostre reti e ai nostri dispositivi (oltre che a i vari servizi di posta elettronica e online in generale), soprattutto quando si cambiano pc o simili…sì anche e soprattuto la smart-tv che è stato uno dei device più sfruttati per attacchi hacker all’inizio dell’anno.

PS: Hai paura di dimenticarti le password? Fatti aiutare da strumenti come LastPass oppure keepass.

break-voice

Il professionista

Se la tua impresa tratta dati sensibili o movimenta molte informazioni importanti e delicate, prendi in considerazione di rivolgerti ad un professionista o ad una impresa di sicurezza informatica in modo da garantire a te e ai tuoi partner e clienti una tranquillità di livello elevato.

Applicare queste poche regole per la sicurezza informatica della tua azienda o della tua attività può già aiutarti ad avere una prima grande difesa dai piccoli improvvisati hacker fai-da-te e i piccoli malintenzionati. Ti lasciamo con una citazione di Edward Young che ci fa sempre sorridere quando si parla di sicurezza informatica:

Ogni uomo pensa che tutti gli uomini sono mortali, tranne lui.

photo credit: Extra Ketchup via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Alvise

Classe 83. Trevigiano di nascita ma Internettiano d’adozione. Non ho ricordi di casa mia senza un computer. La prima volta che ho messo piede sul web avevo 12 anni, Google ancora non esisteva e ci volevano ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *