SCOPRI I NOSTRI GESTIONALI

Addio Windows 7, il 14 gennaio Microsoft saluta lo storico sistema operativo

Fine supporto Windows 7

Windows 7 non riceverà più aggiornamenti a partire dal 14 gennaio 2020. Cosa vuol dire? Che rischi si corrono? Ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno

 

“Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Al termine di questo periodo di 10 anni, Microsoft interromperà il supporto di Windows 7 in modo da potersi concentrare sul supporto di tecnologie più recenti e di nuove esperienze.

Il giorno specifico della fine del supporto per Windows 7 sarà il 14 gennaio 2020.

Dopo tale data l’assistenza tecnica e gli aggiornamenti software di Windows Update, che ti permettono di proteggere il PC, non saranno più disponibili per il prodotto. Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 prima di gennaio 2020 per evitare che, in caso di bisogno, l’assistenza o il supporto non sia più disponibile.”

Questo l’incipit con cui Microsoft annuncia la fine del supporto a Windows 7 a partire dal prossimo 14 gennaio.

Ma, cosa vuol dire che verrà interrotto il supporto per Windows 7?

Significa che dopo il 14 gennaio 2020 Windows 7 non riceverà più aggiornamenti. Un PC con sistema operativo Windows 7 continuerà a funzionare ma Microsoft NON fornirà più:

  • Aggiornamenti di sicurezza o correzioni: essenziali per proteggere il PC da virus dannosi, spyware e altri malware che possono carpire informazioni aziendali o personali (Ransomware, Cryptolocker…);
  • Supporto tecnico per eventuali problemi: l’aiuto di un esperto Microsoft in caso di problemi;
  • Aggiornamenti tecnologici: ovvero quegli aggiornamenti che permettono di migliorare continuamente le prestazioni e i piccoli problemi del sistema operativo.

Software Danea e Windows 7: quali rischi corri utilizzando i nostri programmi su Windows 7 quando verrà interrotto il supporto Microsoft?

I rischi sono gli stessi che corri con tutti gli altri programmi.

Non essendoci più aggiornamenti tecnologici e di sicurezza il tuo PC che usa Windows 7 dal 14 gennaio sarà più vulnerabile a virus e malware (Ransomware, Cryptolocker…). Le tue informazioni aziendali o personali (dati bancari, fatture, liste clienti…ecc…) saranno quindi  meno protette da: danneggiamenti, distruzioni o furti da parte di programmi nocivi, malintenzionati o banali problemi tecnici che non verranno più risolti dagli aggiornamenti Microsoft.

Non sai quale versione di Windows stai usando?

Puoi scoprirlo andando al link che segue sul sito ufficiale di Microsoft Italia: http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-operating-system

Cosa puoi fare per tutelarti?

Guardando al futuro, due sono le strade che puoi intraprendere per garantire la sicurezza del tuo lavoro e dei tuoi dati:

  1. Aggiornare il PC: ovvero installare il più recente sistema operativo Windows 10. Attento però, se il tuo PC ha più di qualche anno potrebbe non essere in grado di eseguire il nuovo sistema operativo. Qui trovi le specifiche per l’uso di Windows 10: https://www.microsoft.com/it-it/windows/windows-10-specifications
  2. Acquistare un nuovo PC: se il tuo vecchio PC non riesce ad eseguire i più nuovi sistemi operativi è il caso di valutare l’acquisto di un nuovo computer con Windows 10.

Non perderti la pagina e in particolare il video (strappalacrime) che l’azienda di Redmond ha dedicato a questo evento.

I gestionali Danea continueranno a funzionare su Windows 7?

Tranquillo, al momento non sono previste modifiche tecniche che comportino limitazioni di compatibilità, pertanto i gestionali Danea Easyfatt e Domustudio continueranno a funzionare su Windows 7 anche dopo il 14 gennaio 2020.

Tuttavia ti suggeriamo vivamente di cominciare a programmare l’aggiornamento del tuo PC e dei tuoi sistemi per continuare a lavorare in piena sicurezza e in previsione di quando, anche in Danea, per esigenze di sviluppo e adeguamento tecnologico saremo costretti a non supportare più Windows 7, presumibilmente dopo il 2020.

Alvise

Classe 83. Trevigiano di nascita ma Internettiano d’adozione. Non ho ricordi di casa mia senza un computer. La prima volta che ho messo piede sul web avevo 12 anni, Google ancora non esisteva e ci volevano ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress