Inserimento nuovo dipendente: come gestire l'arrivo e l'inserimento

Come gestire l’inserimento di un nuovo dipendente: i primi 3 mesi

Alcuni consigli per rendere da subito operative le nuove risorse, evitando criticità e intoppi

 

Come gestire l’inserimento di un nuovo dipendente? Anche se tale processo può rivelarsi piuttosto delicato, adottando la giusta strategia si otterranno risultati assolutamente soddisfacenti. Ecco dunque una serie di pratici consigli da seguire quando si assume una risorsa in azienda.

break-voice

#1- Fare buona impressione a partire da subito

La prima impressione conta. È fondamentale curare dal primo istante l’inserimento della nuova risorsa, prestando attenzione anche all’ambiente di lavoro. Bisogna considerare che il nuovo collaboratore inizierà dal primo giorno a costruirsi un’idea e un’opinione in merito all’azienda.

Se l’esperienza sarà negativa, difficilmente riuscirà a sviluppare la giusta dedizione al lavoro e inevitabilmente influirà sulla sua percezione dello standard qualitativo offerto. Interfacciarsi nel giusto modo con un nuovo dipendente ha la stessa rilevanza della relazione con un cliente. Entrambi devono avere una buona prima impressione.

Il primo modo, è quello di far trovare un ambiente attrezzato, ordinato e pulito in cui operare. Un ambiente in cui poi i colleghi sappiano dare supporto e dove si percepisca, oltre che solidità, anche spirito di squadra.

break-voice

#2- Descrivere con chiarezza le caratteristiche dell’impiego

Tra i consigli per capire come gestire un nuovo dipendente nel modo più adeguato rientra certamente la capacità di saper descrivere subito con la massima chiarezza le caratteristiche del suo impiego. Spiegare bene cosa bisogna fare e quali sono le aspettative, le responsabilità e i ruoli, consente alla risorsa di inserirsi senza problemi nel nuovo ambiente professionale, evitando malintesi o incomprensioni.

Se non si riesce a farsi comprendere dal neo assunto, il rischio è quello di fargli perdere interesse velocemente nei confronti dell’azienda e (peggio ancora) di fargli vagliare opportunità di carriera in contesti differenti.

break-voice

#3- Eseguire un processo di introduzione aziendale

A prescindere dal fatto che l’impresa gestita sia medio-piccola o piuttosto grande, l’inserimento di un nuovo dipendente viene semplificato se si esegue verso lo stesso un processo di introduzione aziendale.

Tale processo può essere effettuato anche con una semplice riunione di mezz’ora, durante la quale vengono spiegate cose come le procedure, le politiche, la cultura, i ruoli e le responsabilità societarie, ma anche le aspettative di titolare e colleghi.

break-voice

#4- Stilare un manuale delle politiche e delle procedure

Gestire un nuovo dipendente nella maniera più corretta significa anche fargli avere un manuale delle politiche e delle procedure aziendali, che gli consenta di capire immediatamente come funzionano le cose nel business.

Questo strumento (che va consegnato al diretto interessato circa un paio di settimane prima dell’inizio attività) deve fornire indicazioni precise sugli standard da rispettare, sui processi da seguire e sui sistemi da adottare nel nuovo ambiente lavorativo. L’obiettivo naturalmente è quello di massimizzare l’operatività delle risorse evitando gli intoppi.

break-voice

#5- Dare feedback settimanali

Visto che stiamo spiegando come gestire un nuovo dipendente, non possiamo dimenticare il consiglio di dare a quest’ultimo dei feedback settimanali che lo aiutino a capire se commette degli errori, se può svolgere le procedure in maniera diversa e (soprattutto) se ci sono dei margini di miglioramento.

Dedicare anche solo 20 minuti il venerdì pomeriggio alla risorsa neo assunta, permette alla stessa di migliorare il lavoro svolto in tempi davvero ridotti. Il suggerimento è poi anche quello di impostare la conversazione in modo tale che anche l’altra persona possa dare pareri e dire cosa pensa. Così facendo sarà possibile creare degli scambi costruttivi per entrambe le parti.

break-voice

#6- Stilare una lista di compiti da svolgere nel quotidiano

Se l’obiettivo è quello di semplificare l’inserimento di un nuovo dipendente in azienda, bisogna poi stilare una lista dei compiti da fargli svolgere nel quotidiano, inserendo quelli più urgenti all’inizio. In questo modo la persona assunta saprà sempre cosa fare e non si troverà a gestire gli incarichi in maniera casuale.

Questi i nostri 6 preziosi consigli che consentono di gestire un nuovo dipendente al meglio: suggerimenti da seguire alla lettera per massimizzare la resa riducendo errori e sprechi di tempo!

Leggi anche: 10 Domande da NON fare più ad un colloquio di lavoro


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *