Amministratore senza corso di aggiornamento: la sentenza è pesante

Sentenza: senza corso di aggiornamento l’amministratore di condominio se la vede brutta

La nullità della nomina e il rischio di risarcimenti da elargire. La sentenza del tribunale di Padova sottolinea fortemente la professionalizzazione dell’amministratore.

 

Sono passati ormai tre anni da quando, con il decreto del ministero della Giustizia n° 140/14, agli amministratori di condominio è richiesto obbligatoriamente di partecipare, con cadenza annuale, a corsi di aggiornamento della durata di almeno 15 ore (corsi effettuabili anche a distanza) e comprensivi di esame finale in presenza.

Dall’entrata in vigore del decreto, la situazione reale sembra mettere in evidenza come una grossa fetta di amministratori non abbia risposto attivamente alle richieste del Ministero, ignorando le disposizioni di legge in materia di formazione periodica. Gran parte degli amministratori professionisti infatti, come riportato da alcuni esperti del settore, sembra non aver frequentato alcun corso di aggiornamento dal 2015 in avanti.

Una delle cause alla base dell’ancora scarsa adesione di molti amministratori sembra derivare dalla mancanza di un criterio ufficiale di verifica dell’effettivo aggiornamento, che al momento è demandato ai condomini.

break-voice

La sentenza

Recente è, a tal proposito, una sentenza del Tribunale di Padova che, intervenuto sugli effetti pratici derivanti dalla mancata regolarizzazione delle posizioni degli amministratori, ha dichiarato la radicale e insanabile nullità della delibera di nomina, o riconferma, degli amministratori risultanti non in possesso dei requisiti imposti per legge (come già prospettato dal nostro articolo del 2015).

Le conseguenze derivanti da una sentenza di nullità sono rilevanti, anche in considerazione degli effetti che ne scaturiscono. Si prospetta, infatti, il rischio per gli amministratori di vedersi sottrarre i compensi percepiti durante il periodo in cui hanno, ‘ingiustamente’, rivestito la carica. Inoltre, qualsiasi soggetto, anche terzo, che abbia interesse a impugnare la delibera illegittima potrebbe procedere alla richiesta di risarcimento danni.

Dalla sentenza si deduce quanto sia indispensabile la professionalizzazione degli amministratori di condominio, un lavoro che negli ultimi anni ha visto via via crescere sensibilmente le competenze necessarie in materie quali diritto, sicurezza, fisco, contabilità, etc., e che, di conseguenza, abbisogna di un adeguato percorso formativo e di aggiornamento.

break-voice

Corsi di aggiornamento per amministratori di condominio professionisti

Spesso i corsi di aggiornamento per amministratori professionisti possono essere scomodi da frequentare e onerosi in termini di costi per le trasferte (trasporto, vitto, alloggio) e in termini di tempo sottratto all’operatività amministrativa.

Per questi motivi Danea in collaborazione con Euroconference ha studiato una soluzione dedicata agli Amministratori di Condominio professionisti e conforme al regolamento per la formazione periodica e riconosciuti dal Ministero ai sensi della Legge 220/2012 e del D.M. 140/2014.

I corsi Euroconference semplificano l’assolvimento dell’obbligo formativo:

  • le 15 ore di corso sono totalmente fruibili online quando lo si desidera;
  • l’esame in aula è reso più comodo possibile avendo a disposizione 3 sessioni annuali in svariate sedi fisiche in tutta Italia.

Corsi di aggiornamento per Amministratori di Condominio


Scarica e Prova Gratis Domustudio



Scarica e prova gratis Domustudio
Alessia

Dopo la maturità inizia la mia avventura da cafoscarina, che mi porterà alla laurea in Marketing e Comunicazione. Il contatto, professionalmente parlando, con il mondo "dell'internet" in tutte le sue ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *