Lo spesometro 2018, in versione light, ha finalmente una data certa

Novità Spesometro 2017 / 2018: confermata la nuova scadenza per la comunicazione dati fatture

Il 6 aprile 2018 sarà la nuova scadenza per l’invio dei dati fatture: le modifiche e semplificazioni introdotte con il provvedimento

 

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha predisposto oggi il provvedimento definitivo nel quale viene fissata una nuova scadenza. La data dovrebbe, dopo tante proroghe, essere definitiva e sostituire il termine previsto inizialmente per il 28 febbraio.

Il 6 aprile 2018 sarà, quindi, la nuova scadenza per l’invio dei dati delle fatture; il termine entro cui dovranno essere trasmesse le comunicazioni dei dati fatture del secondo semestre del 2017.  Sia nella versione obbligatoria (art. 21, dl 78/2010) che in quella facoltativa (art. 1, dlgs n. 127/2015), nonché le correzioni delle comunicazioni dei dati del primo semestre 2017.

Analizziamo nel dettaglio le modifiche e semplificazioni apportate.

break-voice

Frequenza dell’adempimento

I contribuenti possono trasmettere le comunicazioni delle fatture con riferimento al semestre anziché al trimestre.

Con il dl n. 148/2017 è messa a regime la possibilità di invio semestrale, già prevista per il solo anno 2017. Modificato anche il punto 4 del provvedimento del 28 ottobre 2016, al fine di allineare anche la frequenza della comunicazione facoltativa.

break-voice

Contenuto delle comunicazioni

L’articolo 1-ter del dl n. 148/2017 definisce obbligatori nelle comunicazioni soltanto i seguenti dati:

  • la partita Iva (o il codice fiscale, per i cessionari/committenti privati) dei soggetti coinvolti nell’ operazione. Non, quindi, i dati anagrafici;
  • data e numero fattura;
  • imponibile, aliquota, e imposta;
  • qualora manchi l’imposta, la tipologia dell’operazione.

break-voice

Fatture inferiori a 300 euro

I contribuenti per le fatture di importo inferiore a € 300,00 (comprensivo di IVA, come precisato dall’Agenzia), registrate registrate cumulativamente ai sensi delle disposizioni del dpr n. 695/1996, possono provvedere alla trasmissione dei dati del documento riepilogativo e non dei dati di ciascuna fattura.

Nello specifico:

  • numero e data documento riepilogativo;
  • partita IVA del cedente/prestatore per il documento riepilogativo delle fatture emesse;
  • partita IVA del cessionario/committente per il documento riepilogativo delle fatture ricevute;
  • l’imponibile, l’aliquota, l’imposta o, in mancanza, la tipologia dell’operazione.

break-voice

Comunicazioni del primo e del secondo semestre 2017

Il termine per la trasmissione delle comunicazioni per il secondo semestre 2017 e per la correzione, senza sanzioni, delle comunicazioni del primo semestre del 2017 dovrebbe essere il 28 febbraio 2018. Il punto 1.5 del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, però, in ottemperanza all’ art. 3, comma 2, dello «statuto del contribuente», in ragione delle modifiche al tracciato delle comunicazioni, sposta la data al 06 aprile 2018.

Viene chiarito dalla disposizione che il termine vale anche per le comunicazioni opzionali di cui al dlgs n. 127/2015, nonché per le correzioni delle comunicazioni relative al primo semestre 2017.
break-voice

Usi Danea Easyfatt?

Ti ricordiamo che con il Servizio Adempimenti Fiscali per Danea Easyfatt gestisci in completa autonomia lo Spesometro (Comunicazioni trimestrali dati fatture e liquidazioni Iva).

Scopri tutti i dettagli del Servizio Adempimenti Fiscali qui >

 



Alessia

Dopo la maturità inizia la mia avventura da cafoscarina, che mi porterà alla laurea in Marketing e Comunicazione. Il contatto, professionalmente parlando, con il mondo "dell'internet" in tutte le sue ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *