Gestione aziendale: 6 cose da fare durante la calma estiva

Gestione aziendale: 6 cose da fare durante la calma estiva

La calma estiva può essere un buon momento per gestire tutte le attività accantonate nel corso dell’anno

 

Che genere di gestione aziendale bisogna adottare durante il periodo di calma estiva? Ecco sei cose da fare quando il lavoro rallenta e finalmente ci possiamo dedicare alle piccole operazioni continuamente rinviate durante l’anno.
break-voice

1- Cercarsi su Google

Sembra sciocco, ma se ci si accorge del fatto che la propria presenza aziendale in Google è scarsa, si deve intervenire subito per modificare la rotta. Inizia dalla base, adottando i panni del cliente e cercando il nome della tua azienda sul motore di ricerca poniti queste domande:

  • quali sono le informazioni che compaiono e come potresti migliorarle magari aggiornando o creando il tuo account Google Business?
  • un potenziale cliente è in grado di contattarti agilmente?
  • ci sono risultati che ti possono mettere in cattiva luce (recensioni, brutte foto…)?

Spendere un po’ del tempo estivo aggiornando le informazioni online è un’ottima attività che tornerà molto utile a settembre quando i ritmi torneranno quelli di sempre e può essere un ottimo momento per cercare il giusto consulente SEO o chiedere un preventivo per la gestione di campagne AdWords.

break-voice

2- Valutare dati e statistiche

Quando si ha un po’ di tempo libero e si dispone di statistiche o dati relativi all’andamento aziendale degli anni precedenti, è bene fare un’attenta valutazione degli stessi per comprendere cosa attira la clientela e cosa invece la allontana. L’analisi di tali informazioni risulta assolutamente necessaria per chiunque voglia abbracciare una politica basata sulla crescita.

Leggi anche: Analisi ABC: uno strumento semplice per analizzare e prendere decisioni nella gestione aziendale e di magazzino

break-voice

3- Riflettere e rivalutare

Una buona gestione aziendale deriva tra le varie cose anche dalla capacità di saper riflettere e riconsiderare quanto fatto fino a un certo punto. Visto che difficilmente un imprenditore non sbaglia mai, ogni tanto è necessario farsi un bell’esame di coscienza per capire quali strategie avrebbero potuto portare risultati migliori.

break-voice

4- Sollecitare i pagamenti arretrati

Considerando il fatto che gennaio e febbraio, e settembre e ottobre sono i mesi peggiori per il flusso di cassa aziendale (perché successivi ai tradizionali periodi di ferie), onde evitare che qualche cliente paghi in ritardo le fatture ricevute, è opportuno ricordare di eseguire il saldo prima delle vacanze. In questo modo si abbatte il numero gli insoluti e si riceve il denaro spettante entro i tempi concordati.

break-voice

5- Ordinare i nominativi dei possibili clienti raccolti in precedenza

Quante volte capita di trovarsi con decine e decine di biglietti da visita o post-it su cui sono presenti nomi e numeri telefonici di persone da ricontattare? E quante volte queste stesse persone vengono effettivamente ricontattate? Quando si ha del tempo libero è bene raccogliere e ordinare tali nominativi per trovarsi alla ripresa dell’attività con un buon numero di persone chiamare.

Leggi anche: Email marketing: come scrivere la prima email di contatto ad un potenziale cliente

break-voice

6- Rivedere il proprio business plan o crearne uno

Dato che in un business plan sono generalmente presenti obiettivi da perseguire e modalità di conseguimento di questi stessi obiettivi, chiunque è sprovvisto di tale documento procede alla cieca. Per conseguire dei buoni risultati è importante avere un piano aziendale in cui sono incluse le strategie da mettere in atto nel breve-lungo periodo e gli indicatori per misurare i progressi.

Leggi anche: Business plan e i 6 pericoli che ti permette di evitare con la tua impresa

Questi i nostri sei preziosi consigli da seguire nei periodi di calma estiva: suggerimenti efficaci e validi, che permettono di sfruttare al meglio anche i frangenti meno proficui dal punto di vista della gestione aziendale!


Scarica e Prova Gratis Easyfatt - Il software di fatturazione più usato in Italia.



Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *