Documento di trasporto DDT

Documento di trasporto o DDT: cos’è, come si compila e a cosa serve? Normativa e oltre

Danea ti spiega cos’è, come si compila e a cosa serve il DDT o documento di trasporto. Dalla normativa e oltre

Il Documento di Trasporto o DDT, introdotto dal DPR 472/96 in sostituzione della Bolla di Accompagnamento, ha come ruolo primario quello di certificare il trasferimento di proprietà dei beni dal venditore all’acquirente, dando la possibilità di avvalersi della cosiddetta fatturazione differita.

Nella prassi comune il Documento di Trasporto DDT viene emesso prima della consegna della merce in duplice copia e, a seconda degli accordi, il trasporto può essere effettuato:

  • a mezzo mittente o cedente;

  • a mezzo destinatario o cessionario;

  • da un trasportatore incaricato (vettore).

Il DDT pertanto può accompagnare la merce durante il trasporto o essere recapitato al cliente non oltre il giorno della spedizione, a mezzo servizio postale, fax o email, e ricopre funzione fiscale e civilistica (tutela e garanzia per il cedente e il cessionario di avvenuta consegna, corretta gestione amministrativa, ecc.).

Per essere valido il Documento di Trasporto DDT, secondo la normativa vigente, deve contenere i seguenti elementi:

  • numero e data del documento;

  • generalità complete di partita IVA del cedente;

  • generalità complete di partita IVA del cessionario;

  • descrizione e quantità dei beni;

  • numero e peso dei colli (dati non obbligatori ma consigliati in caso di trasporto a mezzo vettore);

  • generalità complete di partita IVA dell’eventuale incaricato del trasporto (vettore);

  • data di effettiva consegna o trasporto, che può coincidere o meno con la data del documento stesso.

In aggiunta ai dati sopra descritti nel Documento di Trasporto possono essere riportate altre informazioni facoltative, come ad esempio la banca d’appoggio, i prezzi unitari, l’importo totale che, oltre a servire da promemoria, rendono più rapida e immediata l’emissione della relativa fattura differita.

Il documento di trasporto DDT a titolo non traslativo della proprietà

Oltre alla funzione di trasferimento della proprietà fin qui trattata, il documento di trasporto DDT viene utilizzato anche per movimentazioni di beni a titolo non traslativo della proprietà; in questi casi deve essere indicata una causale specifica atta a superare un’eventuale contestazione dell’amministrazione finanziaria, ad esempio conto lavorazione, conto riparazione, comodato d’uso, ecc.

Attenzione: indicare una causale specifica nel caso in cui non vi sia trasferimento della proprietà del bene è obbligatorio (nel caso di trasferimento della proprietà può essere anche omessa), perchè la mancata segnalazione della causale del trasporto all’interno del DDT sottintende automaticamente il passaggio di proprietà del bene e questo può risultare problematico nel caso di una eventuale contestazione da parte dell’amministrazione finanziaria.

Ecco alcuni esempi delle causali che è possibile indicare come passaggio di beni a titolo non traslativo della proprietà:

  • Conto visione: tipico di quando i beni vengono inviati al cliente per essere presi in visione e successivamente restituiti.

  • Prestito d’uso: questo è il caso in cui i beni in oggetto vengano inviati per poter essere utilizzati durante le lavorazioni.

  • Conto lavorazione: quando la merce viene inviata al fornitore per essere lavorata, rimanendo di proprietà del cliente. Conclusa la lavorazione la merce sarà riconsegnata com’era o trasformata in prodotto finito della lavorazione di più beni.

  • Omaggio: in questo caso è da ricordarsi assolutamente l’obbligo dell’emissione della fattura per la rivalsa dell’IVA.

  • Conto riparazione: da indicarsi se si tratta di una riparazione in garanzia oppure no

  • Reso: in questo caso se si trattiene la merce resa si emette una nota di credito, diversamente viene inviato altro materiale in sostituzione di quello reso.

  • Tentata vendita: forse è il caso più particolare, in cui si conclude la vendita direttamente presso la sede del cliente con contestuale consegna dei beni. E’ il caso classico del venditore che carica sul proprio mezzo un quantitativo di merce e cerca poi di piazzare ai vari clienti consegnando immediatamente la merce che riesce a vendere.

Infine, è da segnalare l’esistenza di documenti equiparati al DDT:

  • la lettera di vettura;

  • la nota di consegna;

  • altri documenti similari quando contengano gli elementi obbligatori del documento stesso.

photo credit: jurvetson via photopin cc


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Iscriviti Gratis alla Newsletter di VOICE
Danea

Sono nata nel 1995 da un'idea a due passi da Padova. Sono dinamica, entusiasta e adoro creare soluzioni semplici per problemi complessi. Sono sempre sul pezzo e sono molto pignola, tanto che mi dicono ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
4 commenti su “Documento di trasporto o DDT: cos’è, come si compila e a cosa serve? Normativa e oltre
  1. jesisca scrive:

    salve è possibile creare dei ddt con una numerazione diversa da 1,2,3…etc? per esempio il mio clienti mi chiede che sulla fattura compaia un ddt n° serv201600005236, posso crearne uno e dagli quella numerazione?

    • Danea Danea scrive:

      Ciao Jessica, non ci è chiara la situazione purtroppo, il nostro consiglio, se sei cliente Danea, è di contattare gli esperti del servizio assistenza per trovare la soluzione più adatta.

      Puoi chiamare il 049.825.77.96 dal Lunedì al Venerdì dalle 09:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:30.

  2. Gianna scrive:

    Gentilissimi,
    a seguito di un DDT emesso al cliente per un prestito d’uso, è possibile che il fornitore emetta lui stesso un DDT di reso da prestito d’uso al momento che ritirerà la sua merce presso il cliente, in deroga alla regolare procedura dove sarebbe il cliente che dovrebbe emettere il DDT di reso della merce ricevuta in prestito d’uso ?
    Se sì, il fornitore dovrà firmare il DDT come conducente e come destinatario, pertanto il cliente sarà comunque tenuto a firmare il DDT quale autorizzazione al reso ?
    Grazie per la disponibilità e buona giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *