Gestione negozio: come affrontare la sfida con i grandi concorrenti

Gestione negozio: come affrontare la sfida con i grandi concorrenti

Arrendersi e soccombere o lottare per la propria posizione: i differenti approcci alla gestione del negozio quando le concorrenti sono imprese di grandi dimensioni

 

Che ci piaccia o no, prima o poi dovremo affrontare una sfida contro qualcuno che vende le cose che anche noi vendiamo. Talvolta il nostro competitor è più piccolo e quindi non ci impensierisce particolarmente. Cosa succede quando, invece, quando il concorrente è più grande e più noto di noi? Ecco quindi qualche strategia e tattica per difendere il proprio negozio dalla concorrenza di grandi aziende.

Partiamo dal presupposto che non c’è niente di male a essere una piccola attività. Attualmente potrebbe essere anche un valore aggiunto, dato che un numero crescente di consumatori non amano avere a che fare con i colossi del mercato. Senza dubbio, però, per le aziende di grandi dimensioni è più semplice essere competitive sul mercato dato che hanno accesso a grandi budget, valide sponsorizzazioni e solida visibilità. Così siamo portati a credere, erroneamente, che le piccole attività non possano reggere il confronto.

break-voice

Competitor di grandi dimensioni: le strade percorribili

Come abbiamo già visto, ci sono essenzialmente due modi di reagire di fronte a dei concorrenti più grandi: scoraggiarsi e rinunciare a clienti e relativo fatturato, oppure non mollare l’osso e continuare a combattere, cercando nuove idee e strategie per trattenere quella fetta di mercato che la grande azienda minaccia di assorbire. Per chi sceglie di combattere, abbiamo in serbo qualche consiglio su come gestire un negozio che si trova minacciato dalla grande concorrenza.

Avere a che fare con le grandi aziende significa dover fare i conti anche con il loro solido modo di comunicare, il loro imponente business plan, la loro grande visibilità, notorietà compresa, e tutto questo può sembrare un compito arduo, soprattutto se si è nuovi nella gestione di un negozio. Per competere su questo campo ci sono due possibilità: imitare quello che fanno, oppure decidere di differenziarsi. Entrambe le scelte hanno un loro senso ma comportano delle operazioni diverse, quindi le analizziamo una alla volta.

break-voice

Competitor di grandi dimensioni: la via dell’imitazione

Imitare una grande azienda significa giocare al loro gioco per poi essere percepito come “migliore”. In poche parole, dovrai scontrarti con qualcuno più forte di te. Detto in questi termini può sembrare rischioso, per questo abbiamo in serbo qualche idea su come puoi organizzare la gestione del negozio.

  • Costruisci una solida presenza online. Per far apparire l’attività molto più grande di quello che in realtà è, comincia dalla vetrina virtuale. Contatta i migliori web designer, sviluppatori e creatori di contenuti che ti puoi permettere, poi usa i social network regolarmente e con intelligenza. Ben presto la tua attività sembrerà molto più grande di quello che è in realtà.
  • Prendi in considerazione più metodi di pagamento. Può sembrare una scelta senza senso, invece se permetti alle persone di pagare con il metodo che preferiscono ti percepiranno come un’attività più consistente. Scegli un buon Pos (point of sale): non deve per forza costare una fortuna per darti un’aria più professionale. Ma è importante che possa accettare più metodi di pagamento possibili e ovviamente avere dei costi di gestione allineati alla tua realtà.
  • Stai attento agli arredamenti. Proprio come i vestiti influenzano le opinioni su una persona, anche gli arredamenti interni sono in grado di dare informazioni sull’azienda. Puoi creare un ambiente professionale anche se il tuo budget è basso, scegliendo uno stile minimalista. Per cercare nuove idee e stimoli, affidati alle riviste di design, cerca sul web dei blog a tema oppure sfrutta Pinterest per farti ispirare.
  • Non lasciare nulla al caso. Il tuo staff deve essere presentabile, utile ed educato. Il marchio deve essere in evidenza e presente in ogni posizione strategica, borse e pacchetti compresi. Tutte queste operazioni aiutano a far percepire il negozio come parte di una catena più grande.

break-voice

Competitor di grandi dimensioni: la via della differenziazione

La strategia cambia di molto se, invece, desideri competere con le grandi catene senza imitarle. Per giocare alle tue condizioni dovrai pensare e agire velocemente, così per aiutarti abbiamo raccolto nove consigli.

  • Sfrutta le tue dimensioni. Una cosa è certa: il negozio di piccole dimensioni è molto più veloce ad adattarsi ai cambiamenti del mercato rispetto ai negozi più grandi. Questa agilità, se sfruttata con intelligenza, è la chiave per anticipare i competitor quando la clientela cambia preferenze. Come farlo? Chiedendo feedback sui prodotti offerti e sui servizi ricevuti, sia online che offline. Ma attenzione: non basta chiedere opinioni, devi anche ascoltarle.
  • Non tagliare sui prezzi. Se pensi che abbassare i tuoi prezzi per rubare clientela ai grandi negozi sia una buona idea, stai di certo sbagliando. Le grandi aziende hanno più potere d’acquisto e possono sempre ottenere condizioni migliori dai loro fornitori e di conseguenza ribassare i prezzi. Pensa piuttosto come fornire servizi di contorno che possano giustificare un prezzo più alto del grande shop ma che aumentino il valore percepito dal cliente.
  • Accordati con i tuoi fornitori. Probabilmente non puoi giocare al ribasso sui prodotti che i tuoi fornitori ti consegnano, ma puoi sempre chiedere di avere qualche merce in esclusiva, o in anticipo rispetto alle grandi distribuzioni.
  • Differenziati. In qualche settore il differenziarsi dalla massa non solo è un’ottima strategia per attirare nuovi clienti, ma anche per fa sì che si ricordino la tua attività. Se non hai molte idee, puoi sempre coinvolgere i tuoi dipendenti e aggiungere qualche eccentricità nella tua strategia di marketing.
  • Personalizza il rapporto con il cliente. Un altro aspetto che le grandi distribuzioni non padroneggiano è il rapporto personale con il cliente, cosa che invece è più facile per il tuo piccolo negozio. A nessuno piace avere a che fare con entità senza volto, quindi preoccupati di dare al tuo negozio una personalità che ispiri all’interazione.
  • Fatti aiutare dalla tecnologia. Oggi la tecnologia semplifica il lavoro in molti modi e permette di accedere a costi contenuti a strumenti fino a pochi anni fa inaccessibili per le piccole realtà: gestionali, pubblicità online ecc… sono armi irrinunciabili! Quando si tratta di scegliere un software gestionale per il tuo negozio stai attento alla qualità e alla flessibilità, così potrai risparmiare tempo e soldi.
  • Non ignorare la responsabilità sociale. Molte grandi aziende hanno una pessima reputazione perché ricadono nella cosiddetta “avidità aziendale”. La tutela ambientale, l’attenzione verso la povertà e il rispetto della legislazione fiscale sono valori importanti per un numero crescente di persone e può risultare un aspetto chiave per marcare la differenza tra te e le realtà più grandi.
  • Punta sull’etica. Le attività di piccole dimensioni possono essere interessanti per quella porzione di mercato attenta alla sostenibilità, all’equità e al commercio etico. Una buona idea è quella di scegliere attentamente i fornitori sulla base della provenienza dei prodotti e della loro serietà nell’indicare correttamente queste informazioni nelle etichette.
  • Uno staff a cinque stelle. Scegliere con attenzione i propri collaboratori è fondamentale, soprattutto per le piccole aziende. Quando assumi personale sii certo che i candidati sappiano cosa significhi lavorare in piccole realtà. Chi lavora in un piccolo negozio è più coinvolto nel futuro dell’impresa rispetto a chi lavora in una grande azienda. Molti giovani talentuosi preferiscono un ambiente in cui essere a proprio agio e sentirsi maggiormente coinvolti nelle dinamiche di crescita, piuttosto che un posto di lavoro dove spesso si è considerati poco più di un numero. Pensa a un modo per coinvolgere lo staff, magari attraverso una serie di premi, e loro daranno in cambio buone idee, creatività e lavoro sodo.

Sia che tu decida di sfidare la grande concorrenza sul suo campo di battaglia, oppure di sfruttare le tue dimensioni ridotte come valore aggiunto per giocare secondo le tue regole, hai un altro asso nella manica: la tua passione.

Hai aperto la tua piccola attività perché sei innamorato del tuo settore, conosci i tuoi prodotti nei minimi dettagli, e sai come venderli. La passione è una cosa meravigliosa, va sottolineata perché è un terreno su cui le grandi aziende spesso non hanno molta aderenza (devono infatti rimarcarla sovente con la loro pubblicità anche se non altrettanto spesso riescono a comunicarla tramite i loro dipendenti). Ecco quindi che, qualunque opzione tu scelga per affrontare la concorrenza di grandi aziende, avrai più chance di successo se saprai dimostrare la tua passione.

Photo credit: Lance Neilsoncc.



Alessia

Dopo la maturità inizia la mia avventura da cafoscarina, che mi porterà alla laurea in Marketing e Comunicazione. Il contatto, professionalmente parlando, con il mondo "dell'internet" in tutte le sue ...

Di' la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *