Guida lancio e-commerce - Capitolo 04

Guida Danea al lancio di un eCommerce

Gestione ecommerce: gestione di magazzino e consegne o dropshipping? E la fatturazione? I nostri consigli

La gestione di un e-commerce coinvolge anche la gestione magazzino, della logistica e della fatturazione; tutto questo comporta costi e competenze, scopriamo quali

La gestione del magazzino, per un’impresa e-commerce, è parte integrante del “core business”. Sappiamo quanto sia importante, per far crescere la nostra attività, la soddisfazione del cliente: chi compra online vuole che il prodotto acquistato arrivi senza intoppi e nel minor tempo possibile. Una delle decisioni più importanti che dobbiamo prendere in merito alla nostro negozio virtuale riguarda la modalità di gestione del magazzino. Prima di tutto dobbiamo capire se per la nostra attività è più conveniente una gestione diretta o indiretta, ovvero se sia il caso di possedere o meno un magazzino fisico.

Scegliere la gestione e-commerce diretta comporta un investimento notevole in termini di tempo e denaro, perché dobbiamo acquistare o prendere in affitto un immobile e far fronte alle spese legate alle utenze fisse. Inoltre, dobbiamo avere a disposizione un certo numero di pezzi per ogni referenza da vendere, investendo sulla merce prima di averla venduta. Dobbiamo poi organizzare al meglio i prodotti a seconda dello spazio a disposizione, in modo che sia facile e veloce movimentarli. Infine, un magazzino è uno spazio di informazioni da gestire. Dobbiamo conoscere in ogni momento la quantità di prodotti presenti sugli scaffali, il loro ingresso, la loro uscita, eventuali resi, abbiamo quindi bisogno di un gestionale ecommerce dedicato e integrato che permetta di aggiornare continuamente la situazione del magazzino.

Dobbiamo anche occuparci della logistica e-commerce. Per farlo sarà necessario scegliere in maniera accurata uno o più servizi di corriere che ci garantiscano la consegna dei prodotti in tempi rapidi e soprattutto la loro tracciabilità. In conclusione: la gestione diretta del magazzino e delle consegne è molto complessa, richiede investimenti importanti di tempo e denaro, ma ci consente di avere tutto sott’occhio e intervenire tempestivamente in caso di problematiche legate all’approvvigionamento delle merci, soprattutto se abbiamo già esperienza nel settore logistica.

Scopri e prova gratis Easyfatt per E-commerce

Se invece non abbiamo abbastanza tempo e competenze per gestire da soli il nostro magazzino, la soluzione migliore per noi potrebbe essere quella di affidarci al dropshipping.

Il dropshipping ci permette di avere una gestione indiretta del magazzino, perché i prodotti che vendiamo non sono stoccati in uno spazio fisico da noi gestito, ma in quello di chi li produce o li commercia all’ingrosso a livello internazionale. L’acquirente compra la merce che gli interessa dal nostro sito e-commerce, noi incassiamo e paghiamo il nostro fornitore, che invia la merce al cliente finale. Non dobbiamo investire tempo e denaro nella gestione di magazzino, non dobbiamo acquistare prodotti che non siamo sicuri di vendere e neppure occuparci delle spedizioni, ma resta fondamentale la scelta dei fornitori.

Ecco le caratteristiche che dobbiamo ricercare in un fornitore:

  • affidabilità e piena disponibilità dei prodotti in vendita

  • onestà imprenditoriale e rispetto del nostro portfolio clienti (i fornitori non devono mai cercare di scavalcarci per proporre agli acquirenti una vendita diretta)

  • servizio consegne veloce e magazzino aggiornato, in grado di dialogare in tempo reale con la nostra piattaforma e-commerce

Sgravati dall’onere e dai costi di gestione diretta potremo impegnarci di più nello sviluppo di strategie mirate di marketing e dedicarci alle gestione amministrativa della nostra attività.

Attenzione, però, affidandoci al dropshipping una parte importante del nostro lavoro, strettamente legata alla soddisfazione del cliente, è nelle mani dei nostri fornitori.

Una volta avviata l’attività e-commerce diventa fondamentale mantenere una contabilità il più possibile aggiornata, ordinata e razionale. Dobbiamo occuparci al meglio della fatturazione e-commerce, registrando di volta in volta tutte le fatture emesse e ricevute.

Oltre ad essere un obbligo di legge, conoscere la situazione economica e patrimoniale della nostra attività significa capire come sta andando il nostro business e ci permette una migliore pianificazione delle strategie future di vendita.

Affidiamoci a un commercialista esperto e procuriamoci un buon software gestionale che faciliti il nostro lavoro. Per sceglierlo, verifichiamo che risponda a questi requisiti:

  • deve consentirci di gestire l’intero processo di vendita, dal preventivo alla fattura, nel modo più facile e veloce possibile;

  • deve essere aggiornato e aggiornabile rispetto alle più recenti normative vigenti;

  • deve permetterci di effettuare confronti tra i dati registrati (ad esempio tra i fatturati di mesi, trimestri o anni).

Per non riempire il nostro ufficio di documenti cartacei fino al soffitto, possiamo prendere in considerazione anche la conservazione sostitutiva delle fatture. In questo modo, per tenere i documenti fiscali per il periodo di 10 anni previsto dalla legge, ci basteranno un computer e una memoria di massa o uno spazio in cloud. Non solo, risparmieremo anche sui costi di stampa. Attenzione, perché una fattura digitale abbia valore legale deve essere autenticata da una firma elettronica qualificata.

>>Vai al 5° capitolo della Guida: Marketing dell’ecommerce: i principali strumenti e tecniche

Menu della Guida e-Commerce Danea

Scopri e prova gratis Easyfatt per E-commerce


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti

StartUP-NEWS.it

StartUP-NEWS.it è un progetto di Zefiro Comunicazione nato con uno scopo preciso: parlare di startup a 360 gradi.

Seguici anche su: