Gestione magazzino: la ri organizzazione della logistica

Gestione magazzino e l’organizzazione della logistica: problemi e ottimizzazioni

La corretta gestione del magazzino risponde a precise logiche organizzative. Vediamo come organizzare la logistica per evitare inutili sprechi di risorse e inefficienze

Leggi la Guida completa di Danea alla Gestione Magazzino

Come ottenere una buona gestione del magazzino per migliorare la qualità dei servizi offerti massimizzando le prestazioni dell’intera attività?

break-voice

Gestione del magazzino: le problematiche maggiormente diffuse

Prima di rispondere a questa domanda è opportuno sottolineare quanto (a prescindere dal tipo di attività gestita) tutti i depositi tendano ad avere sempre le stesse problematiche gestionali ed organizzative:

  • merce disposta senza considerare le corrette modalità di stoccaggio (la mancanza di ordine genera innalzamento dei costi e spreco degli spazi, lentezza nelle attività di movimentazione e scarsa sicurezza per articoli e personale in servizio);
  • accumuli di prodotti nelle zone di passaggio (l’impossibilità di muoversi in maniera agevole causa inefficienze nello svolgimento delle singole mansioni);
  • logistica del magazzino non conforme alle richieste di mercato (l’incapacità di soddisfare le esigenze del pubblico crea senso di impotenza tra i dipendenti ed insoddisfazione tra i consumatori);
  • procedure non standardizzate (l’assenza di processi unici da fare seguire a tutti i collaboratori porta al degrado dell’operatività);
  • inesistenza dei dati di controllo (la carenza di statistiche regresse impedisce di monitorare le prestazioni).

Leggi anche: Gestione magazzino: come contenere gli sprechi ed eliminare gli errori più comuni

break-voice

Progettare l’organizzazione del magazzino

Appurato il fatto che ogni ambiente destinato alla giacenza delle merci presenta più o meno ripetutamente le medesime difficoltà, affinché sia possibile risolverle in modo definitivo, è opportuno associare all’organizzazione del magazzino una strategia di sviluppo basata sulla definizione di obiettivi realistici che si traducano in azioni concrete di ottimizzazione.

La progettazione strutturale ed organizzativa del sistema logistico deve seguire una strategia incrementale, un processo di costante miglioramento volto in primis a conferire alle diverse procedure i giusti livelli di: logica, ordine e praticità.

L’ottimizzazione logistica di magazzino impatta direttamente sulle procedure e le strategie dell’azienda. Una gestione di magazzino ordinata ed efficiente può abbattere fortemente i costi di stoccaggio e i tempi di movimentazione.

Leggi anche: Gestione del magazzino, la guida alla corretta registrazione del movimento merci

Se, per esempio, tra i difetti di questo ambiente spicca la carenza di spazio, è importante agire sul lato pratico, ad esempio:

  • cercando locali più gradi se possibile;
  • ottimizzando le metodologie di stoccaggio e l’uso degli spazi;
  • adottando nuove tecnologie per lo stoccaggio degli articoli.

Molto importante è agire anche sul lato logico, ad esempio:

  • ipotizzando una differente gestione delle scorte;
  • promuovendo la riprogettazione degli imballaggi.

break-voice

Approcci alla riorganizzazione del magazzino

Per perfezionare l’organizzazione del magazzino è consigliabile agire su due diversi fronti: nel breve periodo con degli interventi innovativi (top down) e nel lungo periodo con delle azioni di miglioramento costante volte a dare benefici continui nel corso del tempo (bottom up).

Mentre nell’approccio “top down” gli sforzi dell’azienda mirano ad ipotizzare ed assecondare manovre radicali come la scelta di esternalizzare il deposito o di incrementare l’investimento tecnologico per risolvere le problematiche, nell’approccio “bottom up” si agisce sulle Risorse Umane per trovare ogni giorno delle piccole soluzioni migliorative attraverso il continuo confronto con collaboratori e dipendenti.

Chi vuole ottimizzare la gestione del magazzino, oltre ad adoperare attrezzature per la movimentazione e lo stoccaggio delle merci (scaffalature, carrelli elevatori-robotizzati, armadi automatici, ecc.) e sistemi di ICT per la sincronizzazione delle informazioni (sistemi di identificazione automatica, sistemi di comunicazione, ecc.), dovrebbe poi:

  • scegliere le azioni di miglioramento stabilendo delle priorità precise per intercettare i problemi prima che si concretizzino;
  • stabilire come procedere in termini di costi e mezzi da usare, individuando delle soluzioni limitate che consentano di concentrarsi solo su proposte realmente efficaci;
  • mettere in pratica il progetto monitorando il raggiungimento dei risultati desiderati entro il budget e i tempi stabiliti.

Questi i nostri consigli per migliorare la gestione del magazzino: validi suggerimenti da seguire ogni giorno con l’obiettivo di garantire un servizio migliore.


Scarica Imprenditori e Imprese Vincenti



Software Gestione Magazzino - Danea Easyfatt
Alice

Nasco a Milano nel 1985 e il primo ricordo di scuola è il quaderno coi temi d’italiano che ancora conservo. Frequento il liceo artistico a Padova, ma passo intere giornate a scrivere racconti sugli ...

Dì la tua! Facci sapere cosa ne pensi con un commento:

  • Facebook
  • WordPress
Un commento su “Gestione magazzino e l’organizzazione della logistica: problemi e ottimizzazioni
  1. Paolo scrive:

    Articolo molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *